le notizie che fanno testo, dal 2010

Asteroidi: 26 caduti sulla Terra, video. Serve una "sentinella" spaziale

L'8 giugno l'asteroide HQ214 ha sfiorato la Terra. Tra il 2000 e il 2013 la rete globale che controlla gli esperimenti segreti con armi nucleari rivela che ci sono state 26 esposioni, non generate da bombe atomiche ma da asteroidi caduti sulla Terra. La Fondazione B612 pubblica un video dove che mostra dove sono cadute le meteoriti, per supportare il progetto Sentinel, il primo telescopio spaziale finanziato da privati per la caccia agli asteroidi potenzialmente pericolosi del nostro Sistema Solare.

Tra il 2000 e il 2013 la rete globale che controlla gli esperimenti segreti con armi nucleari, Comprehensive Nuclear Test Ban Detection Network, ha rilevato ben 26 esplosioni. Per fortuna, il CTBTO Prep Com non ha registrato però (e per fortuna) lo scoppio di due dozzine di bombe nucleari ma l'impatto di 26 asteroidi contro la Terra o la sua atmosfera. Tale numero di asteroidi è 10 volte maggiore di quanto predetto dai modelli, e nessuno dei 26 meteoriti sono stati avvistati in anticipo. Inoltre, le collisioni degli asteroidi contro la Terra o la sua atmosfera hanno sviluppando un'energia di almeno 1,600 chilotoni. In occasione della Giornata Mondiale della Terra, la Fondazione B612 (nome preso in prestito dall'asteroide del Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry) ha visualizzato i dati diffusi dal Comprehensive Nuclear Test Ban Detection Network in un'animazione video, per supportare il proprio progetto Sentinel, il primo telescopio spaziale finanziato da privati per la caccia agli asteroidi potenzialmente pericolosi del nostro Sistema Solare. L'obiettivo dei ricercatori della Fondazione B612 è quello di spedire in orbita Sentinel entro il 2018.

"Vogliamo modificare la percezione della gente che gli impatti da asteroide siano estremamente rari, quando in realtà non lo sono. E non c'è modo migliore che rendere visivamente i dati", chiarisce Ed Lu, fisico statunitense che nel 2003 ha trascorso 6 mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale. E in effetti, solo l'8 giugno l'asteroide HQ214 lungo come una portaerei ha sfiorato la Terra, passando a 3 distanze lunari rispetto al notro pianeta. Il mondo è rimasto invece impressionato lo scorso febbraio quando in Russia, a Chelyabinsk, è caduto uno sciame di meteoriti. Nature ha calcolato che la bomba atomica che distrusse Hirosima ha sviluppato una potenza di 15 kiloton, mentre gli effetti del meteorite di Chelyabinsk sono stati valutati con una potenza complessiva di circa 500 kiloton, anche se ovviamente l'onda d'urto di un meteorite è decisamente minore a quella di un esplosione atomica. Nonostante questo, i danni che può causare un asteroide che cade sulla Terra sono enormi, e tra i rischi rimane anche quello di un incidente nucleare, come è stato sfiorato a Chelyabinsk. Ecco quindi perché la Fondazione B612 insiste sull'importanza di lanciare Sentinel entro il 2018, perché il il telescopio spaziale sarà in grado di individuare oggetti vicini alla Terra con una risoluzione di dettaglio fino a 140 metri di diametro, grazie alla più avanzata tecnologia di imaging a infrarossi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: