le notizie che fanno testo, dal 2010

Asteroide 2012 DA14: potere distruttivo di "una bomba atomica"

L'asteroide 2012 DA14, che il 15 febbraio 2013 passerà a circa 14.000 miglia dalla Terra, potrebbe avere il potere distruttivo di una bomba atomica se dovesse mai collidere con il nostro pianeta. Ma in questo caso, non c'è alcun pericolo, anche se la NASA sta monitorando oltre 4.700 asteroidi classificati come potenziali minacce. In attesa del primo uomo su un asteroide, stile "Armageddon".

L'asteroide 2012 DA14, che il 15 febbraio 2013 passerà a circa 14.000 miglia dalla Terra, potrebbe avere il potere distruttivo di una bomba atomica se dovesse mai collidere con il nostro pianeta. Ipotesi però categoricamente scartata dagli esperti che assicurano che nel caso dell'asteroide 2012 DA14 "non esiste alcuna possibilità che il planetoide colpirà la Terra". Gli astronomi ne sono talmente sicuri che stanno già organizzando, per il 15 febbraio 2012 quando l'asteroide 2012 DA14 transiterà nel punto più vicino alla Terra, un evento speciale presso la University of Central Florida (UCF). Per tale occasione, sono stati invitati molti ricercatori e studiosi di asteroidi e comete, e l'evento si svolgerà da mezzogiorno alle 15:30 (ora locale).

L'asteroide 2012 DA14 è grande più o meno come un'isolato di una città, e i primi ad individuarlo sono stati un gruppo di astronomi spagnoli. L'asteroide 2012 DA14 non sarà assolutamente un pericolo per la Terra, ma la NASA ha già individuato oltre 4.700 asteroidi classificati come potenziali minacce per il nostro pianeta, alcuni grandi anche più o meno come 16 campi di calcio. All'evento organizzato alla University of Central Florida parteciperanno come relatori anche il professor Michael F. A'Hearn, a capo della missione Deep Impact della NASA che ha lanciato una sonda per studiare il nucleo di una cometa , e il professor Harold Reitsema, ex scienziato dell'agenzia spaziale degli Stati Uniti e promotore dell'iniziativa della B612 Foundation che mira a lanciare nello Spazio un telescopio per monitorare gli asteroidi e cercare di evitare così una futura collisione di uno di questi con la Terra.

Se un asteroide grande come il 2012 DA14 potrebbe avere il potere distruttivo di una bomba atomica, sottolineano i ricercatori, uno di dimensioni maggiori potrebbe invece causare un "evento catastrofico". La paura che un asteroide piombi sulla Terra non sta alimentando solo l'ansia mainstream da fine del mondo (visto anche l'avvicinarsi del 21 dicembre 2012, fine del Lungo computo dei Maya) ma anche le future scelte in campo spaziale della politica americana. Se sembra infatti essere abbandonato il progetto di "ritornare" sulla Luna, mentre un viaggio dell'uomo su Marte appare ancora alquanto improbabile, l'amministrazione Obama sembra intenzionata invece a voler mandare entro il 2025 degli astronauti proprio su un asteroide. Che Barack Obama sia rimasto particolarmente influenzato dal film del 1998 diretto da Michael Bay "Armageddon - Giudizio finale"?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: