le notizie che fanno testo, dal 2010

Olimpiadi Rio 2016, ascolti: tuffi i più visti, finale pallavolo 42,4% di share

Ascolti Olimpiadi Rio 2016 sulla Rai.

"Straordinario successo per il racconto delle Olimpiadi offerto dalla Rai: oltre 42,3 milioni di italiani hanno seguito il 'romanzo multimediale' delle Olimpiadi di Rio 2016. A raccontare le storie - viene scritto in una nota dalla tv di Stato -, le medaglie, i personaggi, i trionfi e le sconfitte un'ampia narrazione per immagini (quasi 1.200 ore su Rai2 e i canali di RaiSport, tutto in HD) e radiofonica (150 ore di programmazione dedicata), oltre allo streaming dei siti e dell'app RaiRio2016 (circa 800 mila download per l'app, 4 milioni di browser unici collegati su tutte le piattaforme) e i contenuti dei social network (49 milioni di visualizzazioni dei video, fonte Facebook Analytics), tutto realizzato grazie alla passione e alla professionalità di giornalisti, inviati e tecnici del servizio pubblico."

"Medaglia d'oro per gli ascolti di Rai2, Rai Sport1 e Rai Sport2 Rai2, la rete olimpica, è stata il canale più seguito durante Rio2016 sia nell'intera giornata sia nel prime time, con una media di 1,2 milioni e il 15,6% di share giornalieri e di oltre 2,8 milioni pari al 16,5% di share per la prima serata" si prosegue.
"Molto elevata anche la presenza del pubblico più giovane che supera il 21% di share nella fascia 15-24 anni nel prime time. La disciplina più vista è stata quella dei tuffi (2,2 milioni) - si sottolinea dunque -, seguita dalla ginnastica artistica (1,9 milioni) e dal tiro con l'arco (1,7 milioni). Il picco di ascolto più elevato, oltre 6,9 milioni pari ad un eccezionale share del 42,4%, è stato raggiunto su Rai2 durante la finale di pallavolo tra Brasile e Italia il 21 agosto alle 19.56. Ai grandi risultati della rete olimpica si aggiungono anche quelli di Rai Sport1 e Rai Sport2 che raggiungono una media di 590 mila ascoltatori per uno share di 7,5% nell'intera giornata e oltre 1,3 milioni spettatori nel prime time pari al 7,6% di share. La narrazione televisiva ha avuto un carattere universale e ha saputo coinvolgere tutti i target compresi i giovani: 17,8 milioni di under 44 anni hanno seguito l'evento in tv."

Si rende noto quindi: "Ben 65 milioni di visualizzazioni in streaming sui siti e sull'app dedicata. La media company Rai ha messo a disposizione, gratuitamente e per tutti gli italiani, la possibilità di scegliere come seguire e rivedere l'evento sportivo più seguito al mondo, consentendo alla narrazione televisiva di integrarsi perfettamente con gli altri mezzi."
Si illustra in ultimo: "Il sito e l'app dedicata all'evento (RaiRio2016) sviluppati da Rai hanno permesso la visione completa di tutte le competizioni, da tutti i campi di gara e per tutte le discipline. I browser unici che si sono collegati a Rio2016 da tutte le piattaforme (pc/laptop/mobile/tablet/smart tv) hanno raggiunto circa 4 milioni (fonte Webtrekk, somma browser unici giornalieri dell'evento) e superato le 65 milioni di visualizzazioni in streaming sui siti e App Rai (fonte interna Rai). Sui social network 16 milioni di interazioni Il racconto Rai delle Olimpiadi ha aperto un dialogo costante attraverso i social network. Il pubblico ha cercato e trovato contenuti e li ha commentati con passione, facendo registrare oltre 5 milioni di utenti unici italiani e circa 16 milioni di interazioni sui Twitter e Facebook tra like, comment, share e retweet. Le attività degli utenti su Twitter sono state monopolizzate dalle discussioni sui nostri atleti: il 76% di tutte le interazioni su argomento tv in Italia ha riguardato le Olimpiadi di Rio (fonte Nielsen Social Content Ratings ). L'impegno sul fronte social non è passato inosservato neanche sullo scenario internazionale: Rai è stata citata come uno dei broadcaster più attivi nel racconto social delle Olimpiadi e uno dei pochi che ha analizzato e comunicato puntualmente i risultati della propria attività (fonte Hollywood Reporter 21 agosto ). Rio 2016: le Olimpiadi dei Millennial Con circa 1000 video e oltre 2000 immagini animate (Gif) pubblicate su Facebook l'offerta social Rai ha coinvolto soprattutto i Millennial (nativi digitali ), insieme al racconto declinato su Twitter, Instagram e Snapchat. Il 49% degli utenti che ha commentato le Olimpiadi su Facebook ha, infatti, tra i 18 e i 34 anni di età, con una leggera prevalenza delle donne al 54%. I profili social di RaiSport, Rai2 e Radio1 hanno aggiornato costantemente il pubblico con gallerie di foto, estratti video, backstage dal villaggio e con collegamenti live (quasi 7 ore) degli inviati a Rio. Due sono le novità totalmente inedite: i profili di RaiSport e Rai2 hanno raccontato le Olimpiadi anche attraverso la nuova piattaforma Instagram Stories. E Rai Sport è stata la prima testata sportiva a lanciare le collezioni dei Twitter Moments in Italia. Sulle stesse piattaforme, grafiche dedicate e sempre aggiornate hanno guidato gli utenti nella programmazione TV e nell'offerta digitale di tutte le discipline per non far perdere neanche un istante delle Olimpiadi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: