le notizie che fanno testo, dal 2010

Italia si è fermata per vedere partita della Nazionale: tanto il lavoro non c'è

"Ancora ascolti eccezionali per la Rai con la partita della nazionale: oltre 11 milioni e 209 mila spettatori hanno seguito gli Azzurri su Rai 1 con uno share del 57,10% a cui vanno aggiunti i 598 mila con il 3,04 che hanno scelto Rai4 con il commento della Gialappas band. Ma la giornata di ieri ha registrato un evento storico: con oltre 1 milione e 100 mila browser unici registrati sulle varie piattaforme digitali Rai (Pc, tablet, smatphone) Italia- Svezia diventa l'evento live più seguito nella storia di Internet in Italia", riferisce in un comunicato la tv di Stato.

"Ancora ascolti eccezionali per la Rai con la partita della nazionale: oltre 11 milioni e 209 mila spettatori hanno seguito ieri pomeriggio gli Azzurri su Rai 1 con uno share del 57,10% a cui vanno aggiunti i 598 mila con il 3,04 che hanno scelto Rai4 con il commento della Gialappas band. Ma la giornata di ieri ha registrato un evento storico: con oltre 1 milione e 100 mila browser unici registrati sulle varie piattaforme digitali Rai (Pc, tablet, smatphone) Italia - Svezia diventa l'evento live più seguito nella storia di Internet in Italia" viene riferito in una nota dalla tv di Stato.

«Ieri pomeriggio l'Italia si è fermata per vedere la partita della Nazionale" ha commentato il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall'Orto, a riprova del fatto che nel Paese davvero in pochi lavorano, visto che Italia Svezia si è giocata alle ore 15:00 di venerdì.
Per la tv di Stato quindi è stato "un ennesimo trionfo di ascolti per Rai1 e Rai4 che sommate arrivano a quasi 12 milioni di telespettatori. - sottolinea Dall'Orto - Ma la vera novità riguarda il fatto che come mai prima gli italiani hanno deciso di seguire la partita grazie alla nuova App Rai attraverso tutti gli strumenti a loro disposizione, ovvero smartphones, tablets e computers, contribuendo a segnare una giornata storica per il nostro Paese. Oltre un milione e centomila di browser unici - collegati per seguire la partita in rete attraverso le nostre piattaforme digitali - rappresentano un record assoluto nella storia di internet in Italia."

"Come servizio pubblico - ha proseguito il dg - siamo orgogliosi di questo primo risultato che premia gli sforzi dell'azienda nel suo cammino verso la trasformazione in una vera media company e per questo voglio ringraziare tutti coloro che negli ultimi nove mesi hanno lavorato giorno e notte per riuscire ad ottenere questo risultato eccezionale e recuperare i ritardi accumulati in quest'area fondamentale. Grazie all'unione di competenze e investimenti siamo riusciti ad offrire un servizio che ci permette di guardare al futuro con ottimismo, sapendo che la sfida per rimanere servizio pubblico universale passa attraverso questa trasformazione».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: