le notizie che fanno testo, dal 2010

Auditel: stop ascolti tv per 2 settimane. Nielsen: nessuna alterazioni dei dati

Notizia shock per gli appassionati degli ascolti tv, molti in un Paese di teledipendenti come l'Italia. Il cda di Auditel ha infatti annunciato lo stop alla diffusione dei dati di ascolto per due settimane a partire dal 15 ottobre per via della divulgazione di alcuni nomi del panel. Nielsen assicura: "Ad oggi non risultano alterazioni dei dati".

Notizia shock per gli appassionati degli ascolti tv, molti in un Paese di teledipendenti come l'Italia. Il cda di Auditel (in cui siedono Rai, Mediaset, La7, Sky, Discovery, Upa -Utenti pubblicità associati -, Assap, Unicom e Confindustria Radio Tv) ha infatti annunciato lo stop alla diffusione dei dati di ascolto per due settimane a partire dal 15 ottobre, anche se le rilevazioni verranno comunque trasmesse alle varie emittenti televisive. La decisione è stata adottata dopo la divulgazione di alcuni nomi del panel. Il 1 ottobre, infatti, sono state erroneamente divulgate informazioni relative a un gruppo di panelisti Auditel ad altri destinatari dello stesso panel rende noto Nielsen, fornitore del servizio, assicurando che è stata già avviata "un'indagine interna sui suoi sistemi e processi" e adottata "una serie di procedure in grado di determinare l'entità dell'episodio e identificare eventuali anomalie". Il 1 ottobre era stata infatti inviata una e-mail ad alcune famiglie del panel che riportava però in chiaro tutti gli indirizzi di posta elettronica dei componenti. Nielsen precisa comunque che "a oggi non risultano alterazioni dei dati". "L'azienda continuerà a condurre specifiche analisi nel corso dei prossimi mesi per identificare immediatamente eventuali irregolarità" chiarisce però Nielsen che sottolinea come rimane impegnata a "tutelare la privacy dei suoi panelisti, dei consumatori e dei suoi clienti in Italia e nei 106 mercati in cui opera".
Auditel fa sapere invece che "procederà nei prossimi mesi alla completa sostituzione dell'attuale campione, ma contemporaneamente proseguirà come previsto nel processo di allargamento del numero di famiglie per un totale di 15.600". Auditel spiega inoltre che "utilizzerà questo periodo per approfondire con il proprio comitato tecnico tutti gli aspetti metodologici con un'accurata serie di verifiche a tutela dell'impegno di trasparenza e affidabilità". Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente dell'Upa, anticipa però che "nel caso che in queste due settimane non si trovasse una soluzione pienamente efficace" a garantire la bontà dei dati fino al completo rinnovamento del panel, che si completerà nei prossimi cinque mesi, "lo stop alla pubblicazione dei dati potrebbe essere prolungato". Ipotesi che non piace affatto a Mediaset che dichiara di non poter "accettare una pausa superiore alle due settimane annunciate" spiegando che "in caso contrario, si vedrà costretta a ricercare ogni possibile e lecita soluzione al fine di dare certezza al mercato". Lo stop alla diffusione dei dati degli ascolti tv, infatti crea "un vuoto grave per gli investitori pubblicitari" sottolinea il gruppo Fininvest.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: