le notizie che fanno testo, dal 2010

Rosetti abbandona il fischietto

Roberto Rosetti non sarà più arbitro. Il fischietto piemontese lascia in anticipo il campo, anche se aveva altri due anni di attività sul campo. Da ora in poi sarà il nuovo referente della serie B. Una carriera esaltante, macchiata però proprio dal suo ultimo arbitraggio Argentina - Messico.

Roberto Rosetti non sarà più arbitro. Il fischietto piemontese lascia in anticipo il campo, anche se aveva altri due anni di attività sul campo. Da ora in poi sarà il nuovo referente della serie B, coadiuvato dal coordinatore di A e B, Marcello Nicchi. A quasi 43 anni, e 13 stagioni da direttore di gara di Serie A, Rosetti potrà cominciare una nuova vita, da dirigente. Ricordando soprattutto il 2008, che gli ha regalato la direzione della partita inaugurale e della finale degli Europei. Una carriera esaltante, senza ombra di dubbio. Macchiata però proprio dal suo ultimo arbitraggio, ovvero gli ottavi di finale di Sudafrica 2010. Non dimenticherà di certo quell'Argentina - Messico e il gol assegnato a Tevez palesemente in fuorigioco. Non tanto per la svista, quanto per la decisione di non voler creare un precedente. Rosetti, come il suo collega Stefano Ayroldi, aveva visto il suo errore sui maxischermi dello stadio, ma lo ha confermato assegnando il gol all'Argentina. Una brutta figura verso tutto il mondo per evitare quella che avrebbe avuto nei confronti della FIFA.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: