le notizie che fanno testo, dal 2010

Pillola dei 5 giorni dopo: rischio aborto inconsapevole

Si chiama Ella la "pillola dei 5 giorni dopo" è un "farmaco utilizzabile come metodo di contraccezione d'emergenza" ma il rischio per le donne è che potrebbe anche provocare, un aborto inconsapevole.

Polemiche a non finire non solo in Italia, come ci si potrebbe aspettare, ma anche negli Stati Uniti per l'approvazione della pillola "dei cinque giorni dopo" da parte della Food and Drug Administration (FDA) americana. La pillola, venduta già in Regno Unito, Francia, Germania e Spagna è un farmaco "contraccettivo" senz'altro controverso visto che si potrebbe trasformare, inconsapevolmente, in un farmaco abortivo, come scrive anche il Washington Post.
Questo farmaco chiamato Ella (Ulipristal acetato), prodotto dalla francese HRA Pharma e venduto negli stati uniti dalla Watson Pharmaceuticals, è una pillola simile alla famigerata "pillola del giorno dopo" e citando Wikipedia italiana "è un farmaco utilizzabile come metodo di contraccezione d'emergenza durante le 120 ore (5 giorni) successive ad un rapporto sessuale".
In Europa questa pillola dei "cinque giorni dopo" è stata già approvata dall'Agenzia europea per i medicinali (EMEA) e Hra Pharma, produttrice della pillola, ha presentato all'Agenzia italiana del farmaco (AIFA) la richiesta per il commercio.
Il Ministro Ferruccio Fazio ha sospeso la richiesta nel maggio scorso e durante il question time alla camera ha spiegato "in attesa del parere degli esperti circa la sua sicurezza e compatibilità con le leggi sull'aborto e la contraccezione" come ha riportato l'Ansa.
Le parole rilasciate proprio al Washington Post di Jeanne Monahan, direttore del Family Research Council's Center for Human Dignity riassumono il problema che pone questo farmaco, a prescindere dalle convizioni religiose: "La differenza fra impedire la vita e distruggere la vita è enorme e significativa per molte donne" e aggiunge "Le donne meritano di conoscere quella differenza".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: