le notizie che fanno testo, dal 2010

Contraccettivo sottocutaneo: dura tre anni e te lo dimentichi. Video

Anche in Italia arriva il contraccettivo che si impianta sotto la cute del braccio grazie ad una semplice "puntura" di un ginecologo. Il futuro per la contraccezione si divide sempre più in "naturale" e "farmacologico". Ma c'è un "minicomputer" che sta prendendo sempre più piede.

Sta per sbarcare in Italia un nuovo contraccettivo "classico" ovvero di tipo ormonale come la "pillola" ma che invece di essere ingerito oralmente o essere appiccicato come un cerotto sulla pelle viene introdotto sotto la cute dal ginecologo. La novità è che questo "impianto" rilascia ormani per 3 anni. Dopo la Francia e l'Inghilterra arriva anche in Italia questo nuovo prodotto, il Nexplanon che oltretutto è anche privo di "estrogeni", quindi pare più tollerabile dalle donne. Certo è che questo contraccettivo impiantato sotto la cute del braccio fa un po' impressione, almeno per quante non amano farsi "bucare" nemmeno da un ago. Su Youtube c'è un video "Implanon (Nexplanon) Insertion", video del canale di BuilthSurgery, visitato da migliaia di donne per vedere l'"effetto che fa" (youtube.com/watch?v=Ir2MHzq9RYA) farsi impiantare un contraccettivo. Sul sito ufficiale di Nexplanon, (in inglese, nexplanon.co.uk) viene invece mostrata un'immagine molto tranquillizzante del "bastoncino" lungo 40 millimetri e di 2 millimetri di diametro. Dispositivo che poi, dopo tre anni, dovrà essere anche rimosso, sempre da un ginecologo specializzato. E se in occasione della presentazione del nuovo farmaco, come scrive il Corriere della Sera (http://is.gd/bBPzib) "è risultato che una su quattro si affiderebbe a questo contraccettivo di nuova generazione", sempre più donne dicono "no" al contraccettivo "classico" di tipo farmacologico e si affidano ad un piccolo "sensore computerizzato" ovvero al "Pearly" di Baby Comp (babycomp-it.org). "Pearly è un indicatore di fertilità computerizzato utilizzabile da qualsiasi donna in età fertile, anche con cicli irregolari per il controllo naturale della fertilità. L'affidabilità dei giorni indicati come 'non fertili' è del 99,3%, comprovata da test clinici indipendenti con un indice pearl dello 0,7" scrive sul sito l'azienda che lo produce da 20 anni. Il futuro quindi potrebbe essere più orientato verso un "minicomputer" in borsetta per controllare la propria fertilità "coscientemente" rispetto ad un impianto "farmacologico" sottocutaneo. Ma questo lo decideranno le donne. Come sempre sulla loro pelle.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: