le notizie che fanno testo, dal 2010

Zootecnica, Pignedoli (PD): ridurre impiego antibiotici, serve approccio integrato tra agricoltura e sanità

"La nuova sfida è una zootecnia italiana che tenda sempre più a tecniche di precisione che permettano di conoscere e intervenire in modo selettivo sui farmaci utilizzati per gli animali", così in una nota Pignedoli, esponente del Partito Democratico .

"La nuova sfida è una zootecnia italiana che tenda sempre più a tecniche di precisione che permettano di conoscere e intervenire in modo selettivo sui farmaci utilizzati per gli animali" riflette Leana Pignedoli, vicepresidente della commissione Agricoltura di Palazzo Madama.
"L'incontro di oggi è stato importante soprattutto perché promuove un approccio comune tra le due commissione" prosegue la deputata dem a margine dell'audizione alle commissioni riunite Agricoltura e Sanità sull'impiego di antibiotici in zootecnia, aggiungendo: "Ciò sottolinea come il tema del miglioramento dell'uso di antimicrobici sia da affrontare lungo tutta la filiera ovvero non solo sull'effetto finale, l'impatto sulla salute umana e sull'ambiente ma gia' nella fase di allevamento. Come ha affermato giustamente il prof. Trevisi, che da anni si occupa di questo tema, infatti, è necessario operare affinchè vengano implementati tutti i fattori che aumentano la resistenza alle malattie degli animali, prerequisito per ridurre l'impiego di antibiotici nella filiera zootecnica. Un salto di qualità che richiede una consulenza tecnica integrata alle imprese da un lato e insieme incentivi sempre più le imprese che intraprendono questi percorsi di miglioramento produttivo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: