le notizie che fanno testo, dal 2010

Porto Palermo: sequestrati 9 esemplari di tartarughe di Testudo graeca

Sono stati sequestrati al porto di Palermo 9 esemplari di tartarughe di Testudo graeca, specie inclusa negli elenchi di animali posti sotto tutela dalla Convenzione di Washington. Solo pochi giorni prima, una donna era stata fermata all'aeroporto di Punta Raisi con 2 esemplari di Testudo graeca nascosti nella tasca del soprabito. Tutte le testuggini provenivano dalla Tunisia.

Il 13 dicembre sono stati sequestrati al porto di Palermo 9 esemplari di tartarughe di Testudo graeca, specie inclusa negli elenchi di animali posti sotto tutela dalla Convenzione di Washington. A condurre l'operazione il personale CITES di Palermo, Nucleo Operativo del Corpo forestale dello Stato, unitamente alla Dogana e alla Guardia di Finanza. Le povere tartarughe, per cercare di eludere i controlli, erano state nascoste all'interno di una confezione per la raccolta dei rifiuti, posizionata a sua volta dentro il bagagliaio dell'auto condotta da un cittadino residente in provincia di Catania, sbarcato dalla Tunisia al porto di Palermo. Non è la prima volta che si cercano di introdurre illecitamente tali animali in Italia, tanto che solo pochi giorni prima le autorità avevano fermato una donna residente in Provincia di Palermo che era atterrata all'aeroporto di Punta Raisi, con un volo proveniente da Tunisi, con 2 esemplari di Testudo graeca nascosti nella tasca del soprabito. Tutte le testuggini sequestrate sono state quindi consegnate presso uno dei Centri di Recupero di Fauna Selvatica abilitato, mentre proseguono le indagini mirate anche ad accertare se la struttura che avrebbe dovuto ospitare le tartarughe abbia le condizioni necessarie per accogliere questi esemplari.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: