le notizie che fanno testo, dal 2010

Abruzzo obiettivo "Eternit Free". Ma amianto è in 9 mln di mq

Pannelli fotovoltaici in cambio di tetti in eternit, cioè di cemento amianto. Legambiente Abruzzo tira le somme dell'iniziativa che è riuscita a sostituire circa 12.000 mq di Eternit con impianti fotovoltaici.

C'era una volta l'amianto, materiale "duttile" per eccellenza, le cui caratteristiche industriali erano considerate talmente eccezionali che sul mercato si presentavano calze che si lavavano "direttamente nel fuoco", e tettoie praticamente indistruttibili, se non "eterne". Dalle coperte dei ferri da stiro che permettevano di non bruciare i panni ai guanti per sfornare le torte, l'amianto (o asbesto) rappresenta forse, insieme alla contaminazione atomica, la manifestazione dell'hubris dell'homo technologicus. E basta guardarsi intorno per vedere quanto il "cemento amianto", il fibrocemento, comunemente chiamato con il nome del suo maggiore produttore, eternit (la cui commercializzazione in Italia è cessata tra 1992 e il 1994) sia praticamente ovunque. E l'amianto, come ricordava il ministro della Salute Renato Balduzzi, è davvero una "brutta bestia" . E' quindi una bella notizia sapere come in Abruzzo, a due anni dall'avvio della campagna "Abruzzo Eternit free" siano stati bonificati quasi 12mila mq di eternit. La formula che è stata usata per "strappare" l'amianto in sicurezza è certamente "conveniente" dato che questa campagna, che Legambiente porta avanti con AzzeroCO2 e Regione Abruzzo, è finalizzata alla rimozione dell'amianto con tetti fotovoltaici. Luzio Nelli, della Segreteria di Legambiente Abruzzo afferma a questo proposito: "Eternit Free è stato un ottimo strumento per attivare sul territorio un programma che coniugasse la promozione delle fonti rinnovabili e la bonifica dell'amianto.

Ben venga la decisione della Regione Abruzzo di ribadire un segnale di sensibilità nei confronti dello smaltimento, perché con il quinto conto energia viene fortemente ridotta l'unica forma di contributo nazionale che permette di sostenere i costi delle bonifiche". In Abruzzo AzzeroCO2 stima che la superficie complessiva di amianto sia di "almeno 9 milioni 600mila quadrati, di cui circa 9 milioni e 200mila sarebbero relativi ad amianto in matrice friabile e poco più di 400mila relativi ad amianto in matrice compatta". Non è neppure necessaria una semplice divisione per comprendere quanto ancora ci sia da fare. "I moduli di adesione pervenuti alla campagna Eternit Free sono stati in totale 51, corrispondenti ad altrettante aziende e realtà private, per una superficie complessiva di coperture pari a 110.138 mq, di cui in Eternit 61.752 mq - si legge in un comunicato di Legambiente Abruzzo -. Alla data del 10 dicembre 2012, AzzeroCO2 ha presentato 11 offerte per la cessione del diritto di superficie (DDS) sui capannoni, per oltre 6,7 MWp di impianti fotovoltaici installabili". "La maggior parte delle offerte presentate non si è tradotta nella realizzazione di impianti - spiega la nota - , in parte a causa della rete elettrica nazionale, e in parte perché non accettate dai proprietari. Di queste offerte presentate, due progetti sono stati portati a termine con successo: si tratta degli impianti realizzati nel COSVIND - distretto industriale di Bazzano (AQ). I capannoni sono di proprietà della Vibrocementi L'Aquila e della Siap srl. Grazie allo strumento legale della cessione del diritto di superficie è stato possibile sostituire circa 12.000 mq di Eternit con impianti fotovoltaici".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: