le notizie che fanno testo, dal 2010

Trento: il ghiacciaio restituisce 200 ordigni Prima Guerra Mondiale

A quasi 3200 metri, sotto la Cima Ago di Nardis, grazie al parziale scioglimento dei ghiacciai perenni della Vedretta di Nardis, una pattuglia della Stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Tione di Trento ha ritrovato in una vasta estensione di terreno, 200 granate della Prima Guerra Mondiale.

Interessante scoperta quella fatta da una pattuglia della Stazione del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.) di Tione di Trento che, tra i ghiacciai perenni della Vedretta di Nardis del Gruppo della Presanella ha scoperto, durante un addestramento, alcune strane "punte" che sporgevano dal ghiaccio. Le punte non appartenevano a qualche strana formazione rocciosa, ma ad artefatti della Prima Guerra Mondiale, nella fattispecie "200 granate del calibro 85/100 mm, da 7 e 10 chili l'una" come comunicano in una nota le Fiamme Gialle. Gli ordigni d'antan sono stati ritrovati in una zona di alcune centinaia di metri quadrati ad una quota di quasi 3200 metri al di sotto della Cima Ago di Nardis. La pattuglia del Soccorso Alpino ha quindi proceduto alla geolocalizzazione dell'area ed ha segnalato la presenza del munizionamento al Commissariato di Governo per la Provincia Autonoma di Trento, per la relativa messa in sicurezza. Alcune foto delle 200 granate risalenti alla Prima Guerra Mondiale sono state rese pubbliche sul sito della GdF .

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: