le notizie che fanno testo, dal 2010

Dl agricoltura, Bertuzzi (PD): provvedimento frutto di lavoro approfondito

"Il testo in discussione e approvazione oggi al Senato è il frutto di un lavoro molto approfondito, avvenuto in Commissione e in Aula alla Camera, che ha notevolmente migliorato quello originario del Governo, raccogliendo molte delle proposte provenienti dai diversi gruppi politici e che ha portato ad una larga approvazione senza espressione di voto contrario", dal PD la posizione di Maria Teresa Bertuzzi.

Il testo del dl agricoltura "in discussione e approvazione al Senato è il frutto di un lavoro molto approfondito - dichiara Maria Teresa Bertuzzi in una nota -, avvenuto in Commissione e in Aula alla Camera, che ha notevolmente migliorato quello originario del Governo, raccogliendo molte delle proposte provenienti dai diversi gruppi politici e che ha portato ad una larga approvazione senza espressione di voto contrario."
Sottolinea in conclusione la senatrice democratica: "Il provvedimento vuole fronteggiare la grave crisi che ha colpito il settore lattiero-caseario e avviare il rilancio dell'intera filiera, per sviluppare un piano di interventi volti al recupero della capacità produttiva del settore olivicolo e per fornire il necessario sostegno alle imprese agricole colpite da eventi alluvionali nel 2014 e 2015 e da infezioni da organismi nocivi ai vegetali. In particolare con il decreto si interviene sul settore lattiero dopo la fine delle quote latte, consentendo la rateizzazione delle multe per l'ultima campagna in 3 anni e senza interessi, ampliando le possibilità di compensazione tra produttori, puntando sull'organizzazione interprofessionale e intervenendo sui contratti con novità rilevanti come la durata minima di 12 mesi e l'indicazione obbligatoria del prezzo di vendita, che può essere fisso o legato a fattori determinati. Per l'olio, settore che nella sua parte agricola vale circa un miliardo e mezzo di euro, si dà avvio al Piano olivicolo nazionale con una dotazione che, con gli emendamenti approvati, sale a 32 milioni di euro, che si sommano alle risorse dei Psr delle Regioni interessate. L'obiettivo è arrivare a una crescita del 25% della produzione italiana nei prossimi anni toccando quota 650mila tonnellate. Allo stesso tempo sale a 21 milioni di euro lo stanziamento previsto per il fondo di solidarietà nazionale che per la prima volta viene utilizzato per un'emergenza fitosanitaria come la xylella fastidiosa. Vengono destinati infine anche 2,25 milioni di euro al fondo di solidarietà nazionale per la pesca, per interventi risarcitori nel settore."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: