le notizie che fanno testo, dal 2010

Agricoltura sociale, Ruta (PD): avanzamento verso economia civile

"L'approvazione da parte del Senato della legge sull'agricoltura sociale è motivo di grande soddisfazione per un testo equilibrato e innovativo che definisce con chiarezza questo settore importante per la nuova economia civile e ne indica prospettive e possibili sviluppi", comunica in una nota il senatore dem Roberto Ruta.

"L'approvazione da parte del Senato della legge sull'agricoltura sociale è motivo di grande soddisfazione per un testo equilibrato e innovativo che definisce con chiarezza questo settore importante per la nuova economia civile e ne indica prospettive e possibili sviluppi. Potrà essere uno strumento straordinario per far crescere sviluppo economico e insieme coesione sociale anche nelle aree rurali del nostro Paese - scrive Roberto Ruta in una nota -, mettendo a frutto le esperienze esistenti e cogliendo le opportunità di finanziamento che l'Europa offre."
"Nello specifico, il testo approvato definisce l'agricoltura sociale quale attività esercitata dagli imprenditori agricoli e dalle cooperative sociali, diretta appunto a realizzare l'inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità e di lavoratori svantaggiati, di persone svantaggiate, e di minori inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale, a fornire prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali, nonché prestazioni e servizi di supporto a terapie mediche, psicologiche e riabilitative e progetti per l'educazione ambientale ed alimentare attraverso l'organizzazione di fattorie sociali. Inoltre, le attività di agricoltura sociale possono essere svolte in associazione con le cooperative, le imprese sociali, le associazioni di promozione sociale, con organismi della cooperazione, organizzazioni di volontariato, associazioni ed enti di promozione sociale, fondazioni, enti di patronato e altri soggetti privati. Infine, ove previsto dalla normativa di settore è prevista la collaborazione con i servizi socio-sanitari. Gli enti pubblici competenti, nel quadro della programmazione delle proprie funzioni in materia di attività agricole e sociali, promuovono politiche integrate tra imprese, produttori agricoli e istituzioni locali al fine di favorire lo sviluppo dell'agricoltura sociale" spiega in ultimo il senatore del PD.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: