le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma violenta: assiste ad un incidente d'auto e viene picchiato, 37enne in coma

"Ancora una violenta aggressione sulle strade di Roma con un uomo finito in coma dopo essere stato violentemente pestato da un automobilista nel quartiere Tuscolano" denuncia il Codacons. Un operaio bengalese di 37 anni è stato infatti preso a pugni solo per il fatto di essersi fermato a guardare un automobilista che aveva preso un palo dopo aver strusciato molte auto parcheggiate.

"Ancora una violenta aggressione sulle strade di Roma con un uomo finito in coma dopo essere stato violentemente pestato da un automobilista nel quartiere Tuscolano" denuncia il Codacons commentando quanto avvenuto nella notte fra sabato e domenica in via dei Levii, al Quadraro. Un operaio bengalese di 37 anni è stato infatti preso a botte semplicemente per il fatto di essersi fermato a guardare un automobilista che aveva preso un palo dopo aver strusciato però molte vetture parcheggiate. L'aggressore è un giovane di 25 anni, pare già conosciuto dagli investigatori per altri episodi di violenza e che guidava una Mercedes Classe A nonostante la patente sospesa e sotto effetto dell'alcol, come riportano le cronache romane. Dopo lo schianto con il palo il 25enne sarebbe sceso e se la sarebbe presa semplicemente con il primo che capitava, colpito immeditamente con un pugno alla testa. Le condizioni del begalese sono apparse subito molto gravi, ed è attualmente in coma all'ospedale Vannini, ed i medici stanno pensando di sottoporlo a un intervento chirurgico.

«Roma sta diventando una città sempre più violenta, e crescono episodi di aggressioni in strada con conseguenze spesso drammatiche - afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma - Da tempo ribadiamo la necessità di incrementare i controlli, per consentire interventi immediati delle forze dell'ordine e introdurre deterrenti contro crimini e violenze. Per tale motivo proponiamo di installare nella Capitale telecamere intelligenti in tutta la città, collegate ad una centrale operativa in grado di segnalare situazioni di pericolo o aggressioni e consentire l'intervento in tempo reale degli agenti delle forze dell'ordine, così da incrementare la sicurezza per tutti i cittadini».

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: