le notizie che fanno testo, dal 2010

Muro del suono: uditi boati in Lombardia oggi a causa del meteo

Che cosa sappiamo sullo "scramble", l'ordine impartito a due caccia italiani Eurofighter che hanno infranto il muro del suono per intercettare un volo di linea della Air France?

Gli abitanti della Lombardia, tra Milano e Bergamo, oggi attorno alle ore 11 hanno udito due forti boati. Immediato il pensiero che si potesse trattare di un terremoto, ma poco dopo si è scoperto che i boati non provenivano dalla terra ma dal cielo.
I boati erano stati infatti provocati da due caccia italiani che hanno rotto il muro del suono.

Come spiega l'Aeronautica Militare, questa mattina due caccia F-2000 Eurofighter sono decollati dalla base aerea di Istrana per intercettare un velivolo Boeing 777 dell'AirFrance.
L'aereo di linea, il volo AF671A della Air France partito dall'Isola di Reunion (Oceano Indiano) e atterrato poi con un'ora di ritardo a Parigi, aveva infatti perso improvvisamente il contatto radio con l'agenzia italiana del traffico aereo.

Inoltre, forse proprio per il fatto di non avere più il contatto aereo, i piloti del Boeing 777 francese hanno preferito, invece che continuare la propria rotta, fare un giro (letteralmente) sopra la Valle d'Aosta che stavano sorvolando in quel momento.

Ciò ovviamente a fatto scattare l'allarme. I due jet italiani sono quindi decollati a seguito dell'ordine di "scramble" ricevuto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile d'area del servizio di sorveglianza dello spazio aereo.

Lo scramble è un termine militare che definisce l'atto di far decollare un caccia per intercettare e identificare un aereo sconosciuto. Il termine fu introdotto durante la Seconda Guerra Mondiale.

Per raggiungere l'aereo della Air France, è stato quindi necessario per i piloti dell'Eurofighter infrangere il muro del suono, provocando così i due boati uditi dagli abitanti della Lombardia oggi. L'Aeronautica MIlitare ha spiegato che, anche se il muro del suono è stato abbattutto a quota elevata, le condizioni meteo di vento e temperature hanno amplificato la propagazione dell'onda d'urto rendondola particolarmente udibile al suolo.

L'aereo è stato quindi raggiunto dai due Eurofighter e, una volta appurato che non c'era nessun pericolo dirottamento, l'hanno scortato fino a quando non è tornato il segnale radio.
Nessuna conseguenza per i passeggeri del volo AF671A, che molto probabilmente non si sono accorti di niente.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/03/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Muro del suono: uditi boati in Lombardia oggi a causa del meteo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI