le notizie che fanno testo, dal 2010

Malesia, aereo scomparso: a bordo 20 dipendenti azienda eco friendly high-tech

Continua ad aleggiare il mistero attorno alla scomparsa del Boeing 777-200 del volo della Malaysia Airlines MH370, avvenuta l'8 marzo. Oltre ai 4 passeggeri imbarcati con passaporti rubati (tra cui quello dell'italiano Luigi Maraldi), a bordo del Boeing scomparso tra il Golfo di Thailandia e il Mar cinese meridionale, c'erano 20 dipendenti della Freescale Semiconductor, azienda eco-friendly high-tech con sede ad Austin (Texas).

Continua ad aleggiare il mistero attorno alla scomparsa del Boeing 777-200 del volo della Malaysia Airlines MH370, avvenuta l'8 marzo. L'aereo, con a bordo 227 passeggeri e 12 membri dell'equipaggio decollato da Kuala Lumpur (Malesia) e diretto a Pechino (Cina), è scomparso dai radar dopo un paio di ore di volo, in prossimità dello spazio aereo vietnamita. Prima di perdere il contatto, il Boeing della Malaysia Airlines volava a 35mila piedi. Secondo la Marina vietnamita, l'aereo sarebbe precipitato in una zona tra il Golfo di Thailandia e il Mar cinese meridionale, a circa 300 chilometri dall'isola vietnamita di Tho Chu, in acque malesi, ma le autorità della Malesia hanno spiegato di non sapere dove potrebbe essere precipitato il Boeing. Ad oggi infatti, non ci sarebbe acora traccia né dell'aereo né dei suoi resti, nonostante i pattugliamenti in mare in cerca dei possibili superstiti. Prende però sempre più piede l'ipotesi di un attentato, soprattutto a causa dei 4 nomi presenti sulla lista passeggeri del Boeing 777-200 della Malaysia Airlines corrispondenti a persone cui era stato rubato in passato il passaporto, tra cui l'italiano Luigi Maraldi e l'austriaco Christian Kozel. Come 4 persone abbiano potuto salire a bordo di un aereo con un passaporto rubato, ancora non è chiaro. Sembra che i biglietti corrispondenti ai passaporti di Maraldi e Kozel siano stati acquistati insieme presso un'agenzia di viaggio di Pattaya, ed erano di sola andata. Intanto, la polizia malese ha identificato uno dei due uomini saliti a bordo del volo scomparso della Malaysia Airlines con un passaporto rubato. Le autorità anticipano solamente che non si tratta di un cittadino malese.

Intanto, l'azienda eco friendly high-tech Freescale Semiconductor (NYSE:FSL) conferma che 20 dei suoi dipendenti erano tra i passeggeri del volo della Malaysia Airlines MH370, di cui 12 cittadini della Malesia e otto della Cina. In una nota, Gregg Lowe, presidente e CEO di Freescale Semiconductor, sottolinea: "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con le persone colpite da questo tragico evento". La Freescale Semiconductor, con sede ad Austin (Texas) è leader mondiale nelle soluzioni di elaborazione embedded, e produce dai microprocessori e microcontrollori ai sensori, ma anche circuiti integrati analogici e di connettività. Inoltre, fornisce applicazioni chiave per la sicurezza automobilistica, come i veicoli ibridi ed elettrici, per le infrastrutture wireless di prossima generazione, la gestione intelligente dell'energia, i dispositivi medicali portatili, gli apparecchi di consumo ed i dispositivi mobili intelligenti. La Freescale Semiconductor descrive le proprie tecnologie come alle "base per le innovazioni che rendono il nostro mondo più verde, più sicuro, più sano e più connesso".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: