le notizie che fanno testo, dal 2010

Incidente aereo Malaysia Airlines MH17: Olanda pensa a tribunale ONU

L'Olanda starebbe valutando la possibilità di creare un tribunale internazionale sostenuto dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per perseguire i responsabili dell'incidente all'aereo della Malaysia Airlines volo MH17, probabilmente abbattuto.

L'Olanda starebbe valutando la possibilità di creare un tribunale internazionale sostenuto dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per perseguire i responsabili dell'incidente all'aereo della Malaysia Airlines volo MH17, probabilmente abbattuto. Nello schianto del 17 luglio 2014 sono morti tutti i 283 passeggeri e i 15 membri dell'equipaggio. Stando a quanto riporta la Reuters, un funzionario di alto livello del governo olandese ha infatti rivelato che "un tribunale ONU è l'opzione migliore" per risolvere il mistero dietro l'abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines, aggiungendo: "Ci aspettiamo che fornirà le maggiori possibilità di cooperazione di tutti i paesi coinvolti". Altre due fonti della Reuters hanno sottolineato che un tribunale dell'ONU sarebbe la soluzione migliore viste "le complessità legali e politiche del caso". L'indagine internazionale sullo schianto del Malaysia Airlines MH17 è infatti ancora in corso. All'inizio di giugno l'Olanda ha infatti inviato una missione investigativa in Ucraina orientale per ricercare ulteriori elementi di prova sull'incidente. Lo scorso anno il Consiglio di sicurezza olandese ha pubblicato un primo report evidenziando che l'aereo della Malaysia Airlines sarebbe stato colpito in aria da numerosi oggetti ad alta energia. La relazione finale sulle cause dell'incidente del volo MH17 è invece prevista per il mese di ottobre 2015. Il governo di Kiev e le nazioni occidentali hanno accusato gli indipendentisti dell' Ucraina orientale di aver sparato contro l'aereo un missile terra-aria Buk di fabbricazione russa. I filo-russi respingono ogni accusa sostenendo di non possere tale tipo di armamentario. Il fabbricante di armi russo Almaz-Antey ha invece svelato che tali missili sono in dotazione anche nell'esercito di Kiev.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: