le notizie che fanno testo, dal 2010

Aereo Malesia scomparso: volo "in modo razionale". Incidente o suicidio?

Il primo ministro della Malesia Mohd Najib Tun Razak comunica che il Boeing 777 della Malaysia Airlines (volo MH370) scomparso dai radar l'8 marzo 2014 sarebbe caduto nell'Oceano Pacifico. Perché l'aereo ha deviato il suo percorso per finire in una zona a sud-ovest dell'Australia non è ancora chiaro. Secondo alcune fonti, il Boeing 777 avrebbe volato "in modo razionale" per oltre 7 ore, e per questo prende piende l'ipotesi del suicidio visto che dopo la scomparsa l'aereo sarebbe salito per 23 minuti tra 43.000 e 45.000 piedi.

"E' con grande dolore che devo annunciare che il volo MH370 è terminato nell'Oceano Indiano" annuncia il primo ministro della Malesia Mohd Najib Tun Razak con in mano i dati degli ultimi rilevamenti satellitari che avrebbero permesso di stabilire "l'ultima posizione rilevata" del Boeing 777 della Malaysia Airlines scomparso dai radar l'8 marzo 2014 poco dopo il decollo da Kuala Lumpur, con destinazione Pechino. In una nota, il premier Razak spiega di di essere stato informato che "Inmarsat, la società britannica che aveva fornito i dati satellitari che indicavano i corridoi nord e sud, ha sviluppato ulteriori calcoli su quei dati" e ha "concluso che il volo MH370 ha percorso il corridoio meridionale e che la sua ultima posizione è stata localizzata in mezzo all'Oceano Indiano, a ovest di Perth". Il premier malese sottolinea quindi che questa è "una posizione remota, lontana da ogni possibile luogo di atterraggio. - aggiungendo - E' per questo che, con infinita tristezza e rammarico, devo informarvi che in base ai nuovi dati il volo MH370 è finito nell'Oceano Indiano meridionale". Nei giorni scorso sono stati avvistati alcuni oggetti in mare, nella zona a sud-ovest dell'Australia e a circa 2.500 chilometri a sud-ovest di Perth, dove si stanno concentrando le ricerche dell'aereo affondato, anche se il come e il perché non è ancora chiaro.

Il Telegraph, citando alcune fonti, rivela che chi indaga sulla scomparsa misteriosa dell'aereo non sembra credere all'ipotesi dell'incidente per malfunzionamento o incendio, poiché in questi casi il Boeing non avrebbe virato dalla sua rotta originaria e viaggiato per 7 ore sopra l'Oceano, oltretutto con il sistema di comunicazione disabilitato. Le analisi effettuate confermerebbe infatti che il Boeing 777 avrebbe volato "in modo razionale". Una fonte avrebbe quindi detto al Telegraph che "questo è stato un atto deliberato da qualcuno a bordo che deve aver avuto una conoscenza dettagliata dell'aereo per fare ciò che è stato fatto" precisando però che "nulla sta emergendo in merito ad un possibile movente". Diventano però sempre più insistenti le ipotesi che vorrebbero il "suicidio" come causa più probabile della scomparsa del volo della Malaysia Airlines. Il Mail Online cita infatti una fonte che avrebbe rivelato che, dopo l'ultima comunicazione vocale giunta dalla cabina di pilotaggio, il Boeing 777 sarebbe stato rintracciato da alcuni radar militare ad una altezza tra 43.000 e 45.000 piedi. L'aereo avrebbe volato a quella altitudine "per 23 minuti prima di scendere. - sottolinea la fonte - L'ossigeno si sarebbe esaurito in 12 minuti (in una cabina depressurizzata), facendo svenire i passeggeri". Anche se le maschere dell'ossiggero fossero scese, queste avrebbero ritardato l'insorgere dell'ipossia solo per pochi minuti.

I parenti delle persone scomparse assieme al Boeing 777 hanno manifestato tutta la loro rabbia, oltre che dolore, per la dichiarazione del premier malese e per l'atteggiamento che la Malaysia Airlines avrebbe nei loro confronti e nell'affrontare questa tragica situazione. Sempre il Telegraph sottolinea come la compagnia aerea abbia rivelato solo ieri il fatto che Fariq Abdul Hamid, 27 anni, era al suo primo volo a bordo di un Boeing 777 come pilota vero e proprio (senza supervisione). La Malaysia Airlines aveva invece finora solo genericamente spiegato che Fariq Abdul Hamid aveva volato per 2.763 ore. Infine, la Malaysia Airlines ha dichiarato ieri sera che le sue "preghiere vanno a tutte le persone care dei 226 passeggeri e dei nostri 13 amici e colleghi". Ufficialmente, però, a bordo del Boeing 777 scomparso c'erano 227 passeggeri e 12 membri dell'equipaggio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: