le notizie che fanno testo, dal 2010

Aereo Germanwings caduto vicino centrale nucleare. Dietro c'era un caccia

L'aereo della Germanwings è caduto ad appena 7 minuti di volo dalla centrale nucleare di Cadarache (Bouches-du-Rhône), nonché a soli 8 minuti dalle centrali atomiche di Tricastin (Drôme-Vaucluse), Marcoule (Gard) e Cruas (Ardèche). Dopo che la torre di controllo ha perso il contatto radio con l'Airbus A320 della Germanwings un caccia Dassault Mirage 2000 è decollato per andare al suo inseguimento.

La tragedia dell'aereo della Germanwings caduto in Francia si è trasformata, sui media, in quella di Andreas Lubitz, ormai descritto come un uomo con gravi problemi psichiatrici e di vista anche se nessuno prima dell'incidente se ne sarebbe mai accorto. Tranne, a quanto pare, la sua ex fidanzata che al tedesco Bild racconta di come Andreas Lubitz si svegliasse nel cuore della notte gridando "precipitiamo!". "Aveva assicurato che un giorno avrebbe commesso un atto che avrebbe 'cambiato il sistema' " rivela ancora l'ex fidanzata di Andreas Lubitz, aggiungendo che il copilota accusato di aver voluto volontariamente "distruggere" l'Airbus A320 "era in grado di nascondere agli altri ciò che stava realmente accadendo dentro di lui". Una personalità, stando a questa descrizione, non proprio adatta per pilotare un aereo passeggeri ma che, all'epoca, non pare aver preoccupato troppo l'ex fidanzata visto che era una hostess della Germanwings che ha volato "per 5 mesi" con Andreas Lubitz in cabina di pilotaggio.

In realtà, c'è un fatto ancor più inquietante nella vicenda dell'aereo caduto in Francia, oltre al fatto che sono morte senza un apparente motivo le 150 persone a bordo. L'Airbus A320 della Germanwings caduto tra le montagne di Seyne-les-Alpes si è schiantato ad appena 7 minuti di volo ed a 110 km di distanza dalla centrale nucleare di Cadarache (Bouches-du-Rhône), nonché a soli 8 minuti dalle centrali atomiche di Tricastin (Drôme-Vaucluse), Marcoule (Gard) e Cruas (Ardèche). Da ricordare che sono passati proprio 8 minuti dall'ultimo contatto radio allo schianto dell'Airbus A320. Interessante anche il fatto che un caccia Dassault Mirage 2000 alle ore 10:38, dopo che l'Airbus A320 non rispondeva più alla torre di controllo, è decollato dalla base di Orange (Vaucluse) all'inseguimento dell'aereo. Visto che il veivolo non rispondeva ai richiami da Terra, era infatti possibile che fosse in mano a qualche terrorista. La versione ufficiale è che il caccia Mirage sarebbe giunto troppo tardi. Stando a quanto riportava in tempo reale BfmTv, addirittura il caccia non avrebbe trovato "traccia dell'impatto dell'aereo" sulle montagne francesi. Ed infatti, ad oggi, non sembra esserci una fotografia o un video che mostra il luogo esatto dove Airbus A320 ha impattato. Nelle foto si vede solamente un costone della montagna ricoperto da migliaia di piccoli detriti dell'aereo, con alcune parti grandi al massimo come una piccola automobile. Tutto l'aereo sembra essere andato in frantumi, e la montagna non sembra mostrare segni che possono far pensare allo schianto di un oggetto lungo più di 37 metri, dall'apertura alare di 34 metri e dal peso di 770 quintali.

Cosa sarebbe successo se l'aereo della Germanwings fosse caduto sopra una centrale nucleare? E' una domanda che si è posta chi ha dato l'ordine al caccia Mirage di decollare? Il sito Coordination antinucleaire Sud-Est evidenzia che "nessuna centrale nucleare sarebbe in grado di sopportare" lo schianto di un aereo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: