le notizie che fanno testo, dal 2010

Aereo Germanwings caduto: il mistero dell'ultimo contatto radar con A320

Quanto è durata la discesa dell'aereo della Germanwings caduto in Francia. Quando è stato perso esattamente il contatto radar con l'Airbus A320? A che ora c'è stato l'impatto? Quando è arrivato l'aereo militare allertato dopo che la torre di controllo non ha ottenuto più risposta dalla cabina di pilotaggio? Sono questi alcuni dei punti interrogativi riguardo il disastro aereo di martedì 24 marzo 2015.

La Lufthansa ammette che Andreas Lubitz, il copilota accusato di aver fatto schiantare (o meglio "sfarinare") l'aereo della Germanwings sopra le Alpi francesi, aveva informato la compagnia che nel 2009 era caduto in una "grave depressione". Ad oggi, però, gli stessi inquirenti ammettono che non esiste ancora una motivazione che possa spiegare il gesto di Andreas Lubitz. Quel che è certo è che c'è un aereo di fatto disintegrato in migliaia di piccoli pezzi, il più grande dei quali non raggiunge il metro. Sulla montagna, inoltre, non è visibile nessun segno d'impatto. C'è una trascrizione della scatola nera dell'Airbus A320 della Germanwings pubblicata dal Bild che di fatto smentisce la versione ufficiale della Procura. Infine, c'è il mistero dell'ultimo contatto radar con l'Aibus A320 della Germanwings. Subito dopo l'incidente aereo, la Germanwings aveva spiegato che la caduta dell'aereo è durata otto minuti, e che l'ultimo contatto radar era avvenuto alle ore 10:53 di martedì 24 marzo. In realtà, è poi il ministro dei Trasporti Ségolène Royal a rivelare che, in base alla relazione dei controllori del traffico aereo, la discesa dell'Airbus A320 è durata non 8 minuti da bensì 18 minuti. Stando alla cronologia degli eventi spiegata da Ségolène Royal, l'aereo della Germanwings ha raggiunto l'altezza ideale di 11.400 metri alle ore 10:30. Royal riferisce poi che per una ragione sconosciuta, un minuto dopo (10:31) l'aereo è iniziato a scendere. A quel punto, il controllo del traffico aereo ha cercato di contattare la cabina di comando, senza ottenere risposta. Ségolène Royal precisa quindi che il controllore del traffico aereo lancia l'allarme alle 10:35 e che alle 10:40, quando l'aereo è a soli 2.000 metri di altitudine, scompare dai radar. Stando alle informazioni riportate dalla stampa francese, sarebbe stato stabilito che l'aereo è impattato sulle montagne alle ore 10:48.

I dati svelati da Ségolène Royal sono confermati anche da quelli raccolti dalla rete amatoriale Flightradar, che rivela anche che la quota di crociera dell'aereo (gli 11.400 metri) era stata raggiunta esattamente alle ore 10:27. Secondo le informazioni raccolte il 24 marzo da Le Monde, l'allarme alla Direzione generale dell'aviazione civile (DGCA) scatta però subito dopo che la torre di controllo non riesce a mettersi per la prima volta in contatto con l'airbus A320, quindi alle ore 10:31 circa. Sempre Le Monde specifica che la DGAC è stata allarmata perché "c'era sia la perdita di contatto radio che la perdita di quota dell'aereo". A questo punto, Le Monde riporta che "immediatamente, per prevenire in particolare atti di terrorismo, un aereo militare ha avuto un contatto con l'aereo insieme ad un elicottero della gendarmeria". Si tratta del Mirage 2000C o di una altro caccia? La zona sorvolata dall'Aibus A320, inoltre, è in prossimità di diverse centrali nucleari. Le Monde prosegue analizzando i dati della rete Flightradar, osservando che tra le 10:31 e le 10:32 l'airbus A320 della Germanwings comincia infatti a sorvolare le Alpi francesi. L'aereo continua a perdere quota ma solo di 1 km al minuto ad velocità costante, come se fosse stato inserito "il pilota automatico" veniva sottolineato dalla stessa compagnia le ore successive il disastro. Le Monde riporta quindi che questa lenta discesa prosegue fino alle ore 10:41, quando il radar della rete Flightradar perde le tracce dell'aereo. Anche Le Monde, però, sottolinea che la Germanwings aveva sostenuto che la caduta dell'aereo è durata otto minuti, con il contatto radar perso alle ore 10:53. Questo vorrebbe dire che l'aereo avrebbe cominciato la discesa alle ore 10:45, come in realtà riportava inizialmente la stampa francese. Dati però che sono stati successivamente smentiti da Ségolène Royal e dalla rete Flightradar.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: