le notizie che fanno testo, dal 2010

Aereo Germanwings: atterraggio emergenza a Pisa per "fumo in cabina". Sindrome aerotossica?

Atterraggio d'emergenza per un aereo della Germanwings a Pisa. L'Airbus 319 della Germanwings con 122 persone a bordo era partito da Roma Fiumicino diretto a Colonia (Germania) ma ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Pisa a causa di "fumo in cabina" e "puzza di bruciato provenire dalle bocchette dell'aria condizionata". Circostanze non possono non far pensare alla cosiddetta sindrome aerotossica.

Atterraggio d'emergenza per un aereo della Germanwings a Pisa. L'Airbus 319 della Germanwings (volo 4U887) con 122 persone a bordo era partito da Roma Fiumicino diretto a Colonia (Germania) ma ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Pisa a causa di "fumo in cabina". L'Azienda ospedaliera universitaria di Pisa ha fatto sapere che i quattro membri della cabina di pilotaggio "sono rimasti lievemente intossicati e ricoverati per precauzione negli ospedali di Pisa e Livorno". Sembra che i passeggeri stiano bene ma, come racconta uno di loro anche a bordo dell'aereo dopo la partenza si era cominciata a sentire "puzza di bruciato provenire dalle bocchette dell'aria condizionata". Francesco Pagliuca stava rientrando in Germania dove lavora e svela che l'aereo della Germanwings era partito con oltre un'ora di ritardo, tanto che i passeggeri avevano intuito che "c'era qualcosa che non funzionava". Il passeggero italiano spiega che, dopo che si era cominciata a sentire "puzza di bruciato" le hostess hanno comunicato solamente che l'aereo avrebbe effettuato un atterraggio di emergenza. Una volta a Pisa "abbiamo visto salire a bordo tre vigili del fuoco che si sono diretti in cabina" conclude Pagliuca. Sono ancora in corso gli accertamenti sull'aeromobile per capire le cause che hanno portato a far sprigionare fumo in cabina ma tale circostanza non può non far pensare alla cosiddetta sindrome aerotossica.
Anche se la sindrome aerotossica è stata a lungo negata, recentemente è stato pubblicato il primo rapporto ufficiale di un medico legale che riconosce ufficialmente tale malattia. Nel 2009 una interrogazione dei Verdi Europei al Parlamento UE denunciava che la causa della sindrome aerotossica è "imputabile, principalmente, a organofosfati neurotossici che contaminano l'aria nelle cabine degli aerei per errori di progettazione del sistema di prese d'aria condizionata". Ancor più impressionate la testimonianza di alcuni piloti che in passato hanno denunciato di essere rimasti vittime di "fumi nocivi" che in alcuni casi hanno portato ad una "condizione da zombie" tutti i passeggeri dell'aereo. Anche per questo motivo c'è chi aveva sollevato il dubbio che dietro lo schianto dell'Airbus A320 della Germanwings disintegratosi nel marzo scorso sulle Alpi dell'Alta Provenza ci fosse l'ombra della sindrome aerotossica.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: