le notizie che fanno testo, dal 2010

Aereo Germanwings: Lubitz aveva provato manovra schianto. Certezze e dubbi

L'ufficio di inchiesta e di analisi per la sicurezza dell'aviazione civile francese afferma che il copilota Andreas Lubitz aveva provato la manovra che ha provocato lo schianto dell'aereo della Germanwings poche ore prima, durante il viaggio di andata da Düsseldorf a Barcellona. Per il BEA la certezza che Lubitz aveva fatto una sorta di "prova generale della manovra". Ma rimangono ancora dei dubbi.

Il Bureau d'Enquêtes et d'Analyses, l'ufficio di inchiesta e di analisi per la sicurezza dell'aviazione civile francese, aggiorna in merito all'indagine sul disastro aereo della Germanwings, avvenuto il 24 marzo 2015 sul volo 9525 partito da Barcellona e diretto a Dússeldorf. L'aereo secondo le ricostruzioni ufficiali si è schiantato, disintegrandosi, sulle Alpi della Provenza francesi, causando la morte delle 150 persone a bordo. Le indagini del BEA, spesso precedute da indiscrezioni stampa, finora hanno individuato come unico responsabile dell'incidente aereo il co-pilota Andreas Lubitz, accusato di aver fatto precipitare volontariamente l'aereo anche se il perché rimane tutt'ora un mistero. Andreas Lubitz, così come il comandante dell'aereo, erano stati inizialmente descritti come piloti "esperti ed affidabili". Nel corso dell'indagine per appurare le cause dell'incidente aereo, però, si è scoperto che nel 2009 Andreas Lubitz aveva sofferto di depressione e che prima della strage suicida aveva stracciato alcuni certificati medici, tenendo nascosta alla Germanwings una misteriosa malattia non ancora riferita dagli investigatori. Oggi, il BEA rivela che Andreas Lubitz ha impostato la stessa manovra che ha causato lo schianto del velivolo lo scorso 24 marzo nel viaggio di andata dell'aereo. Gli investigatori spiegano che in base alle registrazioni delle scatole nere Andreas Lubitz ha infatti modificato l'impostazione dell'altitudine dell'aereo anche durante il tragitto da Dússeldorf a Barcellona, cioè quello percorso poche ore prima dell'incidente. Nel volo dalla Germania alla Spagna, proseguono gli investigatori, Lubitz ha cambiato le impostazioni dell'altitudine dell'aereo in maniera tale da poterlo far scendere fino a 100 piedi.

Durante quel volo Lubitz era in cabina di pilotaggio con lo stesso comandante del volo 9525. Il copilota, secondo il BEA, ha però modificato i parametri dell'altitudine durante una assenza del comandante, che a questo punto sembra diventare una abitudine. Il BEA spiega che il comandate è uscito dalla cabina di pilotaggio per 4 minuti e mezzo, con Lubitz che ha ripristinato le giuste quote un minuto prima del suo rientro. Gli investigatori quindi precisano che i controllori del traffico aereo non si sarebbero accorti delle impostazioni modificate perché sarebbero state cambiate in un lasso di tempo troppo ravvicinato. Per il BEA non ci sono dubbi, chiarendo: "Queste brevissime azioni sul volo precedente erano una sorta di prova generale della manovra" effettuata sul volo 9525 della Germanwings. Infine, il BEA rivela anche che durante la discesa del volo 9525 il personale addetto al controllo del traffico aereo a Marsiglia ha provato a contattare per 11 volte e su diverse frequenze l'aereo della Germanwings, senza ottenere risposta. Non solo. Due minuti prima dello schianto, anche i militari francesi hanno cercato di mettersi in contatto per 3 volte con l'equipaggio del volo 9525 utilizzando una frequenza di emergenza. Finora, non è stato invece ancora chiarito perché l'equipaggio rimasto fuori dalla cabina di pilotaggio non abbia tentato di mettersi in contatto con la torre di controllo con il telefono satellitare probabilmente a bordo o con qualsiasi altro cellulare. Infine, c'è chi rimane perplesso sul fatto che un aereo di linea possa scomparire da ogni radar senza essere intercettato da dei caccia militari, visto che sorvolava una zona con diverse centrali nucleari e c'era il sospetto che potesse essere stato dirottato, visto che l'equipaggio non rispondeva alle chiamate.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: