le notizie che fanno testo, dal 2010

Rissa in Campidoglio su vendita Acea, video. Alemanno "sconcertato"

Rissa in Campidoglio. Al centro della bagarre la vendita del 21 per cento di Acea. Botta e risposta tra PD e Pdl, e video di quanto avvenuto nell'Aula Giulio Cesare, a Roma.

E' finita nuovamente in rissa, come pochi giorni fa, una seduta in Campidoglio , che deve deliberare sulla privatizzazione di una parte dell'Acea. Sul tavolo la vendita del 21 per cento dell'Acea, e la bagarre è scoppiata quando in aula Giulio Cesare è stato letto il parere del segretario generale che rimanda all'Assemblea il voto sulla sospensiva, che rinvia a dopo l'approvazione del bilancio 2012 l'esame dei 50mila ordini del giorno collegati alla delibera sulla cessione del 21% di Acea.
Una volta che il presidente del Consiglio comunale Marco Pomarici ha aperto le votazioni alcuni esponenti dell'opposizione si sono avvicinati agli scranni della presidenza. Da lì, è iniziata una vera e propria rissa, con urla e spintoni tra consiglieri di maggioranza e opposizione ma anche tra consiglieri e rappresentanti dei comitati per l'acqua pubblica, come testimoniano le telecamere di "OmniRoma" e un video pubblicato sul Corriere.Tv. "Sono sconcertato dalla gravità dell'incidente di stamattina - ha commentato il sindaco di Roma Gianni Alemanno - è colpa di chi ha impedito la votazione".
Il capogruppo dei democratici Marroni si è ferito lievemente ad una mano, accusando il collega Mollicone di averlo spintonato e fatto cadere e di stare valutando "se procedere o meno alle vie legali". Dopo dopo arriva la replica di Mollicone: "Ritengo grave che si strumentalizzano fatti del genere da parte di chi li ha generati - spiegando - Il collega Marroni ha tentato di impedire al presidente Pomarici di aprire le votazioni sottraendogli il badge inserito nella postazione e io l'ho solo spostato. Si è potuto votare solo perché‚ la presidenza ha prodotto un duplicato grazie al quale si è proceduto al voto. La notizia grave è che il capogruppo del PD impedisce fisicamente le votazioni d'aula bloccando un pubblico servizio. E' un reato penale".
Il PD giudica la votazione "illegittima", annunciando che chiederà "al Prefetto di invalidarla".
Arriva poi il commento di Pier Luigi Bersani: "Dal Consiglio comunale di Roma arrivano notizie impressionanti e credo sia il caso di stigmatizzare il comportamento della destra che sta trasformando il dibattito sull'Acea in una rissa".
Non si fa attendere però la replica di Angelino Alfano: "Gravissimo il comportamento del PD. Dopo avere tentato di impedire il voto di un'istituzione democratica quale il Consiglio Comunale, ha provato a rovesciare la realtà, addebitando al Pdl le proprie gravissime responsabilità".
Gli fa eco Cicchitto del Pdl: "L'intervento di Bersani in riferimento ad Acea, ci fa ricordare molto da vicino la vicenda del bue che dà del cornuto all'asino, nel senso che nell'aula capitolina oggi c'è stata una contestazione dell'opposizione che ha chiaramente cercato di impedire il voto anche con maniere per così dire 'spicce' e questo ha inevitabilmente provocato una situazione di tensione che non può essere in alcun modo rappresentata in maniera rovesciata quasi che ci sia una sorta di colpo di mano della maggioranza; quest'ultima infatti ha cercato di tutelare i suoi diritti rispetto ad una opposizione che voleva impedire il regolare svolgimento della seduta".
Per il segretario romano del PD, Marco Miccoli, quello che è avvenuto nell'aula Giulio Cesare in Campidoglio invece "segna forse la pagina più brutta di questa istituzione - aggiungendo - Una forzatura al regolamento e una aggressione fisica ai consiglieri dell'opposizione è un fatto di una gravità inaudita e inaccettabile. Il vero responsabile di tutto ciò è Alemanno, il peggior sindaco che Roma abbia avuto. La votazione effettuata non è valida. La gravità di quanto accaduto impone che al momento cittadini e consiglieri comunali mantengano un presidio in aula per denunciare questa sopraffazione violenta e ingiustificata scaturita dalle decisioni del sindaco Alemanno".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: