le notizie che fanno testo, dal 2010

Acqua: bene primario sempre più costoso

L'acqua è un bene sempre più caro, questa volta ad attestarlo è il Blue Book, il rapporto realizzato dal centro studi Utilitatis in collaborazione con Anea. L'aumento delle tariffe è stato del 6,5% tra il 2008 e il 2010 ma con un più 4,2% soltanto nell'ultimo anno.

L'acqua è un bene sempre più caro, questa volta ad attestarlo è il Blue Book, il rapporto realizzato dal centro studi Utilitatis in collaborazione con Anea (Associazione nazionale autorità e enti di ambito).
I dati descrivono che le famiglie italiane spendono sempre di più per il loro consumo di acqua, pari ad un aumento del 6,5% tra il 2008 e il 2010 ma con un più 4,2% soltanto nell'ultimo anno.
In media una famiglia di tre persone spende 134 euro l'anno per un consumo di 100 mc e 201 euro se raggiunge i 150 mc, che è poi la fascia più comune.
Ci sono naturalmente le dovute differenze tra regione e regione, e per esempio in Molise la spesa per l'acqua è molto più contenuta.
Si osserva che comunque la spesa mensile di una famiglia per il costo dell'acqua è sicuramente molto inferiore se paragonata ad altri servizi, come l'energia elettrica, i trasporti e persino l'acquisto delle sigarette. Con la differenza che l'acqua è un bene primario e senza di essa si muore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# acqua# energia elettrica# euro# famiglia# Molise# sigarette