le notizie che fanno testo, dal 2010

Youtube vince Viacom. Il copyright è salvo

Youtube sconfigge Viacom che in parole povere significa che Google ha sconfitto in un colpo solo MTV, Paramount e DreamWorks per la causa che vedeva il gigante dei video degli utenti contro i video delle major.

Youtube sconfigge Viacom che in parole povere significa che Google ha sconfitto in un colpo solo MTV, Paramount e DreamWorks per la causa che vedeva il gigante dei video "fai da te" con il gigante dei video "prodotti da professionisti".
La sentenza di un Tribunale di New York ha respinto la causa intentata da Viacom perché Google ha dimostrato di rientrare nel Digital Millennium copyright Act (DMCA) e di applicarlo pedissequamente: Youtube quindi non può essere accusato di violazione di copyright. Gli avvocati di Youtube hanno dimostrato alla corte di New York di aver subito provveduto a togliere i clip che Viacom segnalava al portale di video online.
Questa sentenza apre uno scenario di crisi sul rispetto del copyright che non va certo a favore degli utenti, come superficialmente si potrebbe credere (semplificando Google come Buono e Viacom come Cattivo). Youtube (Google Buono) ha infatti per la prima volta stretto le maglie sui controlli dei video "autoprodotti" che usano anche piccole porzioni di materiale protetto e l'ha fatto in occasione di questi Campionati Mondiali di Calcio.
Ma l'entusiasmo di Mountain View è tangibile. Per la prima battaglia legale vinta da Youtube è sceso in campo addirittura Kent Walker, vicepresidente di Google, che si è detto "entusiasta" della sentenza e ha dichiarato che "stiamo guardando avanti su come attirare l'attenzione a sostegno della incredibile varietà di idee e di espressioni che miliardi di persone creano ogni giorno, postando e guardando i filmati di Youtube in tutto il mondo".
Viacom ha già annunciato che ricorrerà in appello per affermare i suoi diritti.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: