le notizie che fanno testo, dal 2010

Youtube: Google diffida siti che permettono conversione in MP3

Una volta la filosofia di Google era "don't be evil", ricorda l'amministratore di uno dei due siti diffidati da Youtube nel continuare a prestare un servizio di conversione video in MP3.

Ciò che sta su Youtube deve rimanere su Youtube. Sembra essere questo il messaggio che Google, proprietario della piattaforma, ha lanciato forte è chiaro, ricordando che nel contratto di servizio l'estrazione delle tracce audio dei video di Youtube costituisce uno sfruttamento illecito delle Api.
Il colosso di Mountain View inizia quindi la sua crociata contro alcuni servizi internet che offrono ai propri utenti la conversione in Mp3 dei video di Youtube, inviando a YouTubeMP3.org e MusicClips.net due lettere dove si ingiunge agli amministratori dei siti di cessare tale attività di conversione, se non intendono andare in causa contro Google.
"Philip" di YouTubeMP3.org replica pubblicando una lettera aperta indirizzata agli utenti , dove conferma di aver ricevuto "una lettera di diffida" da parte di "Harris Cohen, uno degli avvocati di YouTube", rivelando come "Google ha appena bloccato tutti i server che accedevano a YouTube" e per questo è stato necessario "disattivare tutte le funzionalità di conversione".
"Philip" spiega che YouTubeMP3.org si è rifiutato "di chiudere il servizio chiedendo se fosse possibile parlare con un rappresentante di YouTube per trovare una soluzione" nell'interesse di tutti gli utenti.
La lettera prosegue chiedendosi "cosa sia successo a Google" ricordando come "la loro filosofia" fosse quella "del don't be evil (non essere malvagio)".
"Philip" prosegue affermando come Google, al contrario, ha "ignorato" di fatto il diritto d'autore in altre occasioni, in servizi come Google News e Google Book, per il "bene degli utenti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: