le notizie che fanno testo, dal 2010

Robert Louis Stevenson: da Google a Youtube tutti pirati

Google punta i riflettori su Robert Louis Stevenson e su "L'Isola del Tesoro" che segnò l'invenzione del "pirata" come lo immaginiamo oggi. E su Youtube "broadcast yourself" non mancano gli esempi di sue rappresentazioni e "trasfigurazioni" più o meno riuscite.

Riflettori della rete puntanti sulla memoria di un grande della letteratura mondiale, Robert Louis Stevenson, autore di romanzi indimenticabili come "Lo strano caso del dr. Jekyll e mr. Hyde", "Il signore di Ballantrae" e, come celebrato da Google nella trasfigurazione del suo logo "doodle", anche della celeberrima opera "L'Isola del Tesoro".
Questo romanzo, pubblicato nel 1883 e ambientato nella prima metà del settecento (quando i pirati avevano vita facile), ha segnato nell'immaginario collettivo la figura mitica del "pirata" da Peter Pan al Jack Sparrow dei Pirati dei Caraibi.
Le descrizioni di Stevenson di Long John Silver e del "compianto" Capitano Flint non solo hanno ispirato Capitan Uncino ed ogni pirata immaginario dalla pubblicazione de "L'Isola del Tesoro" ma ha permesso a questa categoria di personaggi di vivere e riprodursi nei moderni mezzi di comunicazione di massa che, grazie alla "convergenza" mediatica, volenti o nolenti, finiscono su Youtube.
Ed è proprio su Youtube che troviamo la scia elettronica dell'opera di Stevenson, dal ritratto in "speed painting" di Jack Sparrow (http://www.youtube.com/watch?v=2Q2dLrezuWo) alla celebre battuta del pirata interpretato da Johnny Depp ("ma perché hai bruciato il rum?") in "Pirati dei Caraibi: La maledizione della prima luna" (http://www.youtube.com/watch?v=Q26N_F1zM1o).
Ma l'Isola del Tesoro di Stevenson è stato anche spunto di una bella performance della compagnia teatrale Cerchio di Gesso (http://www.youtube.com/watch?v=_oid4p8Cdrk), e di una strana (ma volenterosa e interessante, peccato per la qualità audio) ricostruzione dell'Isola del Tesoro in un film d'animazione digitale in "adattamento Sims" (cioè con il motore del videogioco The Sims, http://tinyurl.com/359atlx).
Come allora non dimenticare, per chi ha qualche anno in più, l'Isola del Tesoro di R.L.Stevenson, sceneggiato RAI nella traduzione e riduzione di Paolo Levi (http://www.youtube.com/watch?v=zQmeJh_Dr1s) del lontano 1959.
I più giovani ricorderanno invece "L'Isola del Tesoro (Takarajima)", anime giapponese del 1978 e la sua sigla cantata da Lino Toffolo e Fabiana Cantini (http://www.youtube.com/watch?v=GKOJLAsnHZ4) con Jim Hawkins e il suo coraggiosissimo amico gatto (http://www.youtube.com/watch?v=2Y2JI0EjBts&NR=1).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: