le notizie che fanno testo, dal 2010

Yemen, Sanaa: ISIS rivendica attacchi a moschee dei ribelli Houthi

Due attentatori suicidi si sono fatti esplodere due moschee a Sanaa legate ai ribelli sciiti dello Yemen, conosciuti come Houthi, uccidendo almeno 140 persone e ferendone circa 350. L'attentato è stato rivendicato da un gruppo che si dice legato allo Stato Islamico.

Due attentatori suicidi si sono fatti esplodere due moschee a Sanaa legate ai ribelli sciiti dello Yemen, uccidendo almeno 140 persone e ferendone circa 350. L'attacco è stato rivendicato da un gruppo che si definisce Sanaa Province che si dice affiliato allo Stato Islamico (ISIS). SITE di Rita Katz ha intercettato un messaggio via Twitter dove si avverte che i bombardamenti sono stati solo "punta di un iceberg che sta arrivando". Gli Stati Uniti nutrono dubbi in merito alla rivendicazione (indiretta) da parte dello Stato Islamico, ipotizzando invece che l'attacco possa essere opera di militanti legati al gruppo terroristico Al Qaida nella Penisola Arabica. Tuttavia, sempre secondo Site, l'AQAP avrebbe negato la responsabilità per gli attentati. L'attentato alle moschee di Sanaa arriva un giorno dopo gli scontri avvenuti nella città meridionale di Aden e un tentativo di assalto ad una provincia ricca di petrolio controllata dai ribelli, conosciuti come Houthi.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: