le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara, la mamma: l'ho mandata io al Palazzetto a portare lo stereo

Ancora nessuna notizia sulla scomparsa di Yara Gambirasio. La mamma della 13enne spiega che Yara non poteva avere nessun appuntamento il 26 novembre perché fu lei a mandare la figlia al palazzetto a portare lo stereo, perché quello con cui facevano lezione si era rotto.

Yara Gambirasio è scomparsa il 26 novembre scorso e da allora nessuna pista di indagine sembra ancora poter rivelare cosa sia successo quel pomeriggio a Brembate di Sopra (Bergamo).
Di certo fino ad oggi si sa che Yara è uscita di casa per portare uno stereo in palestra, dove si allenava come ginnasta, perché quello con cui facevano lezione si era rotto. Dopo prima di scomparire Yara ha anche mandato un messaggio ad una sua amica, per confermare l'appuntamento della domenica successiva, il giorno di una gara di ginnastica ritmica.
Su questo SMS naturalmente non si può sapere con sicurezza se l'ha scritto e inviato Yara e se in quel momento fosse sola o in compagnia di qualcuno.
A chiarire, invece, se per caso Yara Gambirasio avesse avuto un qualche tipo di appuntamento quel giorno al Palazzetto dello sport è la madre, Maura.
"Lo stereo era stato chiesto il giorno prima alla sorella - racconta a News Mediaset la madre di Yara - Andare al Palazzetto non è stata una sua richiesta, l'ha saputo quel pomeriggio da me, non lo sapeva nessun altro".
Maura Gambirasio, donna forte e riservata, parla forse per la prima volta con un giornalista della vicenda spiegando: "Adesso come adesso non abbiamo più nessuna idea di quello che sia potuto succedere. I perché me li chiederò dopo, adesso voglio solo sapere, voglio trovare Yara. Dopo risolveremo tutti i perché, ora sinceramente non mi pongo domande".
"I nostri figli sono come noi in attesa e chiedono della sorellina - conclude la donna - Novità sull'indagine non ce ne sono, sappiamo che i carabinieri stanno lavorando tanto, ma non c'è stato ancora detto nulla".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: