le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: si torna nel cantiere, forse prelevato del terriccio

I carabinieri che indagano sul caso di Yara Gambirasio sono tornati, nei giorni scorsi, nel cantiere di Mapello per un nuovo sopralluogo, forse per prelevare dei campioni di terriccio da confrontare con quelli trovati sul corpo della 13enne.

In questi giorni sono uscite molte indiscrezioni giornalistiche in merito al delitto di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra e ritrovata uccisa 3 mesi dopo in un campo di Chignolo d'Isola. Finora gli investigatori e gli inquirenti che indagano sul caso non hanno fatto trapelare molte informazioni, e lo stesso medico legale, Cristina Cattaneo, che sta concludendo l'autopsia del cadavere di Yara ha precisato di non aver "mai effettuato alcuna dichiarazione ai giornali e ai media in merito alla vicenda in quanto rappresenterebbe una grave violazione del segreto professionale". Una dichiarazione forse legata al fatto che il settimanale "Oggi" ha rivelato che, stando alle sue fonti, forse Yara Gambirasio non sarebbe stata uccisa nel campo di Chignolo, ma solo in un secondo momento abbandonata tra quelle sterpaglie. Secondo il settimanale, infatti, sul corpo e sui vestiti di Yara Gambirasio ci sarebbero "tracce di terriccio incompatibile con il terreno del campo di Chignolo". Il 6 aprile l'Agi rende noto che i carabinieri che indagano sull'omicidio di Yara Gambirasio sono tornati per un nuovo sopralluogo nel cantiere del centro commerciale in construzione alle porte di Mapello, a lungo al centro delle indagini perché "indicato" dai cosiddetti cani molecolari e battuto a tappeto anche dai georadar. L'agenzia di stampa suppone che forse gli investigatori potrebbero aver anche prelevato dei campioni di terra, forse per poterli confrontare con quelli trovati sul corpo di Yara, forse per capire se la ragazzina possa effettivamente essere passata per quel cantiere, come supposto per molte settimane.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: