le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: si cerca ancora, questa sera veglia di preghiera

Questa sera a Brembate di Sopra (Bergamo) si terrà una veglia di preghiera per Yara Gambirasio. I genitori di Yara, per motivi di riservatezza, non parteciperanno alla veglia anche se ringraziano l'intera comunità per il sostegno.

Questa sera a Brembate di Sopra (Bergamo) si terrà una veglia di preghiera per Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa lo scorso 26 novembre dopo essersi allenata al palazzetto dello sport della cittadella. I genitori di Yara, per motivi di riservatezza, non parteciperanno alla veglia anche se ringraziano l'intera comunità per il sostegno che gli stanno dimostrando. Il parroco leggerà una lettera di Fulvio Gambirasio, il padre di Yara, che chiede a tutti di collaborare alla ricerca della figlia.
Al contrario di quanto successo ad Avetrana, per fortuna, i cittadini di Brembate di Sopra, così come i familiari e gli amici di Yara, cercano di stare il più lontano possibile dalle telecamere (che naturalmente non sono gradite neanche alla veglia di questa sera) per non inficiare il lavoro che polizia, carabinieri, volontari della Protezione Civile e vigili del fuoco stanno ogni giorno portando avanti.
Gli investigatori non escudono ancora nessuna pista. Rimane per esempio in piedi la segnalazione di un furgone bianco visto nei giorni precedenti la scomparsa di Yara Gambirasio davanti alla scuola elementare di Brembate. Allo stesso tempo sembra che si cerchino indizi anche nel racconto, che pare però essere inventato, del 19enne Enrico Tironi. Enrico Tironi, il giorno dopo la scomparsa di Yara, sua vicina di casa, aveva riferito ad una televisione di aver visto la 13enne parlare con due uomini vicino a una Citroen rossa con le quattro frecce accese. Il ragazzo aveva poi ritrattato tutto agli inquirenti tanto da essere stato denunciato a piede libero per falso ideologico e procurato allarme.
Qualunque piccolo particolare, però, potrebbe tornare utile alle indagini. Si cerca naturalmente anche nella cerchia di amici di Yara mentre in queste ultime ore è al vaglio una segnalazione di un'altra ragazzina di un comune vicino a Brembate che sembra aver raccontato di essere stata avvicinata da un molestatore pochi giorni prima della scomparsa di Yara. Per adesso, comunque, come aveva detto anche qualche giorno fa il parroco del paese don Corinno Scotti "non resta che pregare".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: