le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: medico legale smentisce indiscrezioni dei media

Il medico legale Cristina Cattaneo si dissocia "da qualunque tipo di notizia divulgata dai media" e di "non aver mai effettuato alcuna dichiarazione ai giornali e ai media in merito a questa vicenda". In queste ultime settimane, molte sono state le indiscrezioni.

In queste ultime settimane molte indiscrezioni sono apparse su diversi giornali, alcune della quali rivelano particolari precisi in merito alla dinamica dell'omicidio di Yara Gambirasio. Inizialmente gli inquirenti avevano fatto capire che nonostante le ferite, Yara potesse però essere morta di freddo. In seguito sono uscite numerose rivelazioni che ipotizzavano, citando fonti giornalistiche, che la 13enne fosse stata uccisa "massacrata a pugni" perché avrebbe "due vistose ecchimosi sotto gli occhi" e un colpo alla "tempia sinistra", poi si è ipotizzato un "profondo taglio alla gola" e da ultimo che il corpo della giovane ginnasta sarebbe stato trascinato solo in un secondo momento nel campo di Chignolo d'Isola, supponendo quindi che l'uccisione potesse essere avvenuta altrove. In una nota però l'anatomopatologa Cristina Cattaneo si dissocia "da qualunque tipo di notizia divulgata dai media" specificando: "Vorrei ribadire di non aver mai effettuato alcuna dichiarazione ai giornali e ai media in merito a questa vicenda in quanto rappresenterebbe una grave violazione del mio segreto professionale. Tutto questo, ovviamente, vale anche per ogni altra 'voce' circa risultati d'indagine a me riferibili correnti in ambito giornalistico".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: