le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: mamma e papà vogliono sapere chi è l'orco

La mamma di Yara Gambirasio non si è sottratta al riconoscimento del cadavere e ha accompagnato il marito all'Istituto di medicina legale di Milano. Ora c'è solo dolore e tanta voglia di giustizia, e chiedono di sapere "chi è stato". Chi è l'orco, come l'ha definito il parroco.

La madre di Yara Gambirasio, Maura, non si è voluta sottrarre al triste e doloroso rito del riconoscimento del cadavere. Sarebbe bastato un solo genitore, ma la mamma di Yara, forte come sempre, ha voluto accompagnare il marito e identificare il corpo della figlia, scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre e ritrovata morta in un campo a 10 chilometri dal paese a 3 mesi esatti, il 26 febbraio. I medici dell'Istituto di medicina legale di Milano hanno cercato quanto più possibile di rendere questo passaggio obbligatorio il meno cruento possibile, visto lo stato in cui è stato trovato il cadavere di Yara. A Milano, Fulvio e Maura Gambirasio sono rimasti circa un oretta, per poi tornare a chiudersi nel proprio dolore nella loro abitazione di Brembate, con gli altri figli, Keba, la maggiore, e i più piccoli Natan e Gioele. Il padre di Yara Gambirasio ha sentito telefonicamente il sindaco del paese, Diego Locatelli, e ha spiegato che in questo momento la famiglia ha bisogno di essere lasciata sola, nella loro intimità. Il sindaco racconta di non aver sentito "rabbia" nelle parole di Fulvio Gambirasio ma solo, oltre all'immenso dolore, il desiderio di giustizia. La famiglia di Yara, ora e più di prima, vuole "sapere cosa è successo e chi è stato". In poche parole, chi è quell'orco, come l'ha definito il parroco di Brembate don Corinno, che potrebbe aggirarsi ancora nella zona.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: