le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: lesioni arma da taglio? Trovato cose importantissime

"Abbiamo trovato cose importantissime" spiega il questore Vincenzo Ricciardi. Gli esperti dell'dell'Ert (Esperti ricerche tracce) hanno effettuato i primi rilievi sul corpo di Yara Gambirasio, in attesa dell'autopsia che svelerà se i segni riscontrati sono di coltellate.

Sembra che sul corpo di Yara Gambirasio siano state trovate delle lesioni che potrebbero far pensare a ferite da arma da taglio. Solo l'autopsia, in programma per il 28 febbraio, potrà stabilire se le ferite sono il segno di una violenza, se la causa della morte o se queste presunte ferite riscontrate non siano state invece causate dal fatto che il cadavere della 13enne sia rimasto per 3 mesi esposto alle intemperie del tempo. "Quello che si può dire a un primo esame - spiega il questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi - è solo che Yara non è stata uccisa con un'arma da fuoco". Anche se "la cautela è d'obbligo", aggiungono gli inquirenti, in queste ore si comincia a parlare del fatto che alcune lesioni possano ricordare dei segni di coltellate, in particolar modo alcune riscontrate sul collo, sulla schiena e sui polsi. Sempre Vincenzo Ricciardi conclude: "Abbiamo trovato cose importantissime. Da ieri sono al lavoro ininterrottamente gli esperti scientifici dell'Ert (Esperti ricerche tracce, ndr) che cercano ogni piccolo segno, ma comunque ciò che è stato trovato è importantissimo".
Oltre al portachiavi di Yara Gambirasio, che ha contribuito all'identificazione del cadavere, anche il suo iPod, la Sim card e la batteria del cellulare. Del suo telefonino, però ancora nessuna traccia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: