le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: indagini partono da incroci tabulati telefonici

L'autopsia svelerà se le lesioni riscontrate sul corpo di Yara Gambirasio corrispondono a delle coltellate, e quindi in che modo la 13enne è stata uccisa. Sul perché devono invece investigare gli inquirenti, che sembra stiano pensando di incrociare i dati di utenze telefoniche.

In queste ore le notizie si rincorrono. Dopo il ritrovamento del cadavere, ormai in avanzato stato di decomposizione, della piccola Yara Gambirasio, ecco le prime indiscrezioni giornalistiche. Sembra infatti, stando a quanto riporta l'Ansa, che sul corpo di Yara siano stati trovate delle lesioni che potrebbero far pensare a dei colpi d'arma da taglio. Si parla di almeno 6 coltellate, una al collo, una al polso e 4 alla schiena, di cui una molto profonda vicino ai reni. Naturalmente solo l'autopsia, fissata per oggi, potrà stabilire con certezza se le ferite sono i segni di coltellate o di lesioni post mortem, e naturalmente cercherà di stabilire anche come è stata uccisa la piccola Yara. Vicino al corpo, poi, sono stati trovati anche diversi oggetti appartenenti alla bambina, come il suo iPod, una sim card e la batteria del suo cellulare. Gli investigatori naturalmente ipotizzano tutti gli scenari possibili, ma più le ore passano più sembra che si stia valutando il fatto che il piccolo corpo di Yara sia sempre stato in quel campo fin dal giorno della sua morte, probabilmente corrispondente a quello della sua scomparsa. Se ciò fosse appurato, sarebbero molte le domande da porsi, in primo luogo come mai, nonostante la zona sia stata battuta dalle squadre di ricerca più volte, nessuno abbia mai notato niente in questi 3 mesi. Ad aggravare tale teoria il fatto che a soli 10 metri dal luogo dove è stato ritrovato il corpo di Yara vi era un centro di coordinamento di ricerche del luogo. Gli investigatori, comunque, da quanto si apprende, sembra che in queste ore stiano cercando di incrociare i tabulati dei traffici telefonici, mentre si visionano le registrazioni delle videocamere nei pressi del campo di Chignolo d'Isola. Dai tabulati gli inquirenti sperano di poter trovare almeno una stessa utenza telefonica agganciata quel 26 novembre sia nei pressi del palazzetto dello sport di Brembate di Sopra, ultimo luogo in cui è stata vista con certezza la 13enne ginnasta, sia nelle vicinanze del campo dove è stato rinvenuto il corpo di Yara Gambirasio.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: