le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: forse un punteruolo a ferirla

Per avere delle risposte certe sulla morte di Yara Gambirasio bisognerà attendere almeno una novantina di giorni, tempo necessario per avere un quadro completo dalle analisi effettuate. In queste ore, però, trapela la notizia che forse non è stato un coltello a ferire Yara.

Il sopralluogo dell'anatomopatologa Cristina Cattaneo nel campo di Chignolo d'Isola è durato il tempo necessario per raccogliere campioni di terriccio, polline, erba e per scattare qualche altra fotografia del luogo dove è stato ritrovato il cadavere di Yara Gambirasio il 26 febbraio. Con la Cattaneo anche cinque poliziotti, ma poche indiscrezioni sul motivo che ha portato il medico legale a voler esaminare con maggiore cura alcuni particolari della zona. Sembra comunque che prima di una novantina di giorni non sarà possibile avere un quadro completo delle analisi. In queste ore è cominciata però a trapelare l'indiscrezione che forse quelle lesioni da arma da taglio che riporterebbe Yara Gambirasio sul corpo potrebbero non corrispondere ad un coltello, bensì ad un punteruolo o qualcosa di simile. Comincia infatti a circolare la voce che non siano state quelle ferite a provocare il decesso, almeno non nell'immediato. Qualcuno infatti ipotizza che Yara possa essere morta dopo un po' di tempo dal ferimento.
Naturalmente solo quando il medico legale avrà finito tutti i riscontri sarà possibile sapere con precisione come Yara sia stata uccisa. Sul perché, ci stanno lavorando le forze dell'ordine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: