le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: fermato tunisino e forse italiano

I carabinieri, in collaborazione con la Guardia costiera, hanno fermato un tunisino imbarcato su un traghetto diretto in Marocco. Dopo una complessa operazione ora è trattenuto per capire se responsabile della scomparsa di Yara Gambirasio.

Forse una svolta nelle indagini di Yara Gambirasio. Dalle ultime notizie, sembra che i carabinieri abbiano fermato infatti un tunisino e forse anche un italiano. Proprio la complessità dell'operazione potrebbe essere una conferma dell'importanza di questo fermo. Secondo quanto anticipa Rainews, i carabinieri avrebbero chiamato questo pomeriggio la direzione marittima di Genova per chiedere di non far partire un traghetto che da Sanremo avrebbe dovuto dirigersi in Marocco (l'Ansa dice Tunisia, probabilmente nelle prossime ore si avranno maggiori dettagli). La direzione marittima avrebbe però comunicato alle autorità che il traghetto in questione era già partito e che si trovava già in acque internazionali, il che voleva dire che i carabinieri non potevano più in alcun modo intervenire.
La direzione marittima, però, avrebbe poi contattato direttamente il comandante del traghetto e spiegato la situazione, cioè che si cercava a bordo un extracomunitario magrebino ricercato per la scomparsa di Yara Gambirasio, avvenuta lo scorso 26 agosto.
Il capitano allora ha invertito immediatamente la rotta del traghetto che, appena rientrato in acque italiane, è stato affiancato dalla Guardia costiera che trasportava un gruppo di carabinieri. Una volta saliti a bordo, le autorità hanno fermato il tunisino attualmente trattenuto per controlli.

© riproduzione riservata | online: | update: 05/12/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
Genova Sanremo Tunisia Yara Gambirasio
social foto
Yara Gambirasio: fermato tunisino e forse italiano
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI