le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio è nel cantiere? Nuova lettera anonima

Il silenzio stampa chiesto qualche giorno fa dai genitori di Yara si interrompe a causa di una nuova lettera anonima che indica di cercare la 13enne nel cantiere di Mapello. L'autore della missiva si dice un "pregiudicato" e fornisce l'aiuto anche per risolvere un'altro caso.

Una nuova lettera anonima che invita a cercare nel cantiere di Mapello ha interrotto momentaneamente il silenzio stampa che i genitori di Yara Gambirasio avevano chiesto qualche giorno fa. Questa lettera, che gli inquirenti dovranno reputare se attendibile o meno, è stata spedita al comandante dei carabinieri di Bergamo il 22 gennaio e inviata per conoscenza alla redazione di Bergamonews.it L'autore della missiva si presenta come un "pregiudicato" arrestato dalla squadra mobile perché "soggetto a rischio che non sopporta gli schifosi che fanno male ai ragazzini", da quanto riporta il sito.
Sembra che l'uomo sostenga di continuare a cercare Yara Gambirasio "cantiere del nuovo supermercato", anche se pare che confonda Brembate di Sopra (luogo della scomparsa della 13enne) con Mapello (dove sorge il cantire).
Stanto alla lettera Yara starebbe vicino al luogo indicato da cani molecolari, pare aggiungendo particolari drammatici in merito alle modalità di ricerca, tanto che il testo completo della lettera non è stato pubblicato.
Il presunto "pregiudicato" spiega di essere disponibile a "dare una mano ai carabinieri nel caso in cui Yara venisse ritrovata".
"Non sono né un pazzo né un mitomane. Voglio solo darle una mano a far tornare a casa questa bambina - continua nella lettera, concludendo - Anche se non mi credete cosa vi costa cercare?".
Sempre nella missiva l'uomo sosterrebbe di essere anche in grado di fornire dei dettagli per il ritrovamento di Pietro Camedda, il militare vercellese scomparso nell'estate del 1984 dalla caserma Passalacqua di Novara di cui non si hanno da allora più notizie.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: