le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio è morta: ritrovato corpo a 3 mesi esatti da scomparsa

Yara Gambirasio è morta. Le incessanti ricerche per il ritrovamento della 13enne si sono improvvisamente bloccate quando, nel tardo pomeriggio, è stato ritrovato il corpo della bambina in una campagna distante circa una decina di chilometri da Brembate di Sopra.

Yara Gambirasio, 13 anni, era scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre 2010, mentre ritornava a casa dal palazzetto dello sport dove abitualmente si allenava, distante solo poche centinaia di metri. A 3 mesi esatti dalla scomparsa, il 26 febbraio 2011, il corpicino senza vita di Yara è stato ritrovato in un campo in una località al confine tra i paesi di Chignolo d'Isola e Madone, distante circa una decina di chilometri da dove viveva. A ritrovare la salma di Yara Gambirasio un ragazzo appassionato di aeromodellismo. Sembra che l'aeroplano che stava facendo volare sia atterrato proprio vicino al cadavere, ormai in avanzato stato di decomposizione. La polizia è arrivata immediatamente sul posto che con il medico legale ha potuto indentificare l'identità della 13enne dagli abiti, gli stessi indossati il giorno della scomparsa, e dall'apparecchio per i denti. Per capire come è morta Yara Gambirasio, e se sia rimasta in quelle campagne per 3 mesi, lo stabilirà l'autopsia, in programma per lunedì 28 febbraio. Sul luogo è stato possibile effetturare solo "i primi sommari rilievi antropometrici". Già in queste primissime ore si cerca di ipotizzare se è mai possibile che il cadavere di Yara Gambirasio sia potuto rimanere in quel luogo per tutto questo tempo senza essere mai visto. Il campo, infatti, è abitualmente frequentato da persone che fanno jogging o che portano i cani per farli correre liberamente. Particolare non da poco il fatto che il luogo dove è stata scoperta la salma si troverebbe a circa una decina di metri dal centro di coordinamento delle ricerche di Yara Gambirasio di Chignolo. Un uomo avrebbe detto di aver visto nel pomeriggio un'automobile ripartire a grande velocità proprio in prossimità del campo. Gli inquirenti, intanto, hanno sequestrato tutte le registrazioni delle telecamere della zona, nella speranza che possano aver inquadrato particolari importanti per trovare l'assassino di Yara. L'autopsia, inoltre, stabilirà se il corpo di Yara è stato immerso in acqua. Una delle ipotesi degli investigatori, infatti, è che il cadavere della 13enne possa essere stato trasportato dal torrente Dordo, che attraversa la campagna.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: