le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: dopo il padre, ora si cerca la madre del killer

Continua la "caccia al DNA" per cercare di individuare il killer di Yara Gambirasio. Dopo aver scoperto il padre dell'omicida, un operaio di Gorno, ora si cercherebbe la madre. In seguito, forse, si riuscirà a rintracciare anche il figlio, che magari ha anche un fratello gemello di cui si sono perse le tracce, come comincia già ad ironizzare qualcuno.

Dopo aver individuato il presunto padre dell'assassino di Yara Gambirasio, 13enne di Brembate di Sopra sequestrata il 26 novembre del 2010 e ritrovata morta tre mesi dopo a 10 chilometri di distanza in un campo di Chignolo d'Isola, gli inquirenti ora cercano la madre.
Continua il giallo intorno al killer di Yara Gambirasio, che si cerca di rintracciare analizzando più di 10mila campioni di DNA prelevati tra la popolazione dei paesi intorno alla zona del rapimento della giovane ginnasta.
Dopo mesi di analisi, la scientifica sarebbe giunta ad individuare un DNA compatibile in parte con quello ritrovato sugli slip di Yara Gambirasio.
Ad essere scoperto, infatti, il padre dell'assassino, tramite il profilo genetico del figlio finito tra i migliaia di DNA che stanno analizzando i Ris, e che corriponderebbe a quello del killer per la traccia paterna, ma non per quella materna.
E così, si è risaliti al padre, un operaio di Gorno morto però nel 1999.
Secondo gli inquirenti, quindi, questo operaio avrebbe avuto un figlio illegittimo, l'omicida di Yara Gambirasio, di cui forse non sapeva neanche dell'esistenza.
Quel che sembra, è che a Gorno nessuno era a conoscenza di un figlio illeggittimo dell'uomo.
Gli inquirenti, e di conseguenza la scientifica, stanno quindi ora cercando di individuare la madre del killer, e anche per questo in questi giorni viene chiesto a molte donne, anche anziane, di effettuare il test del DNA.
Tra le ipotesi, infatti, anche la probabilità che la donna non sappia chi è il padre del figlio, che si pensa possa avere tra i 35 e 40 anni. Naturalmente, la donna potrebbe essere anche morta.
In altre parole, pare che si voglia lasciar intendere che il cerchio intorno al presunto killer di Yara Gambirasio si stia stringendo, anche se forse qualcuno continua a rimanere dubbioso su tale metodo investigativo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: