le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio, delegazione immigrati va a trovare Maura e Fulvio

Una delegazione di immigrati "che hanno scelto l'Italia come loro seconda patria" sono andati a portare la loro solidarietà alla famiglia di Yara Gambirasio e raccontano di come Maura e Fulvio "siano persone straordinarie, in grado di insegnarci la civilità".

"Sono persone straordinarie che nel momento del dolore ci devono insegnare la civiltà" spiega Mohamed Ahmed, un giornalista egiziano della televisione veneta LA9, riferendosi ai genitori di Yara Gambirasio.
Mohamed Ahmed era a capo di una delegazione provenienti da Padova e da alcune città lombarde che ieri sono arrivati a Brembate di Sopra con uno striscione con la scritta: "La comunità degli immigrati del Veneto porta solidarietà alla famiglia di Yara".
La delegazione ha poi incontrato Fulvio e Maura Gambirasio per consegnargli una lettera e spiegano di essere "un gruppo di immigrati di varie nazionalità che hanno scelto l'Italia come loro seconda patria e proprio per questo ci sentiamo parte della comunità italiana e non possiamo restare indifferenti davanti a tutto ciò che in questa patria adottiva accade".
Mohamed Ahmed racconta ai giornalisti di come i genitori di Yara Gambirario, e non sono i soli a dirlo, siano "persone straordinarie e in grado di insegnarci la civilità".
"Il loro dolore merita il massimo del nostro rispetto - conclude Ahmed - speriamo di poter festeggiare il Natale con Yara".
Probabilmente questa visita è dovuta alla vicenda ruotata intorno al fermo di Mohammed Fikri, da molti immediatamente addidato come colpevole nonostante poi si sia venuto a sapere della sua probabile estraneità in merito alla scomparsa di Yara Gambirasio.
Fikri, comunque, ora andrà a trovare i suoi genitori ma poi "vuole rientrare sicuramente in Italia" fa sapere il suo legale che aggiunge che il magrebino sembra avere intenzione di chiedere un risarcimento per la carcerazione subita.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: