le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: assassino è "Ignoto 1" da occhi castani. Taglia da 100mila euro

Le ultime news sull'omicidio di Yara Gambirasio arrivano da Quarto Grado, che spiega come ulteriori test sul DNA trovato sui leggins della 13enne, trovata morta nel 2010 a pochi chilometri da Brembate di Sopra dove era scomparsa 3 mesi prima, svelerebbero che l'assassino avrebbe gli occhi castani. Intanto, una celebre catena di compro oro mette una "taglia" da 100mila euro che verrà versata a chi fornirà informazioni sull'assassino di Yara Gambirasio, finora classificato come "Ignoto 1".

L'omicidio di Yara Gambirasio rimane al centro della cronaca nera, poiché rischia di essere uno dei tanti delitti irrisolti italiani. Le ultime news sul caso Yara Gambirasio, trovata morta il 26 febbraio 2010 in un campo di Chignolo d'Isola, riguardano il suo presunto assassino, che per il momento rimane classificato come "Ignoto 1". Come è noto, la procura di Bergamo si è concentrata soprattutto nella ricerca di un DNA corrispondente a quello trovato sui leggins della 13enne di Brembate di Sopra, collezionando migliaia codici genetici. Per il momento, l'unica pista si fermerebbe a Gorno, dove è vissuto il presunto padre del presunto assassino di Yara Gambirasio. Nel frattempo, sembra che dall'altro lato si tenti di trovare ulteriori tracce scavando nell'acido nucleico del DNA in mano agli investigatori, che sarebbe per questo motivo stato spedito dai Ris di Parma nei più attrezzati e all'avanguardia laboratori statunitensi. Gli americani, quindi, avrebbero scoperto che il DNA trovato sul corpo di Yara Gambirasio apparterrebbe non solo, come già si sapeva, ad un maschio di origine caucasica, ma anche ad un uomo con gli occhi castani. Il contributi degli scienziati statunitensi, in realtà, non si può definire una vera svolta, visto che avere occhi marroni non è certo una rarità e nemmeno un particolare rilevante per un identikit. Forse, quindi, potrebbe aver maggior successo l'iniziativa portata avanti da una celebre catena di compro oro, che ha offerto ben 100mila euro a chi fornirà alle forze dell'ordine informazioni utili per risalire all'assassino di Yara Gambirasio. L'iniziativa è di Mirko Rosa, imprenditore 39enne del Varesotto, titolare della catena di negozi compro-oro "MirkOro" che ci tiene a precisare: "Più che taglia la chiamerei ricompensa". Per il questore Dino Finolli, però, tutto ciò sarebbe "una cosa primitiva e fuori luogo" perché "si calpesta un dovere civico che deve spingere la gente a farsi avanti, qualora sapesse qualcosa, per senso civico e non certo per la promessa di denaro".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: