le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: Lega contro procura. Meroni: non sparo su Croce Rossa

Il giornale della Lega Nord, la Padania, contesta l'operato della procura di Bergamo, della polizia e dei carabinieri coinvolti nel caso di Yara Gambirasio. Gli risponde il procuratore capo di Bergamo Massimo Meroni: "Non intendo sparare sulla Croce Rossa".

La Lega Nord, dalle pagine della sua Padania, contesta l'operato della procura di Bergamo, della polizia e dei carabinieri coinvolti nel caso di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra e ritrovata morta in un campo a Chignolo d'Isola, cittadina a soli 10 chilometri da dove la bambina abitava e da cui è scomparsa. Secondo la Padania, infatti, ci sarebbero stati probabilmente molti errori prima nella ricerca di Yara e ora nel metodo investigativo che procura e forze dell'ordine starebbero seguendo. Il giornale della Lega Nord ricorda non solo quella lettera spedita al quotidiano L'Eco di Bergamo da due agenti, rimasti anonimi, che denunciavano inefficienze ed errori, anche di coordinamento, tra polizia e carabinieri, ma anche le risposte del procuratore capo di Bergamo Massimo Meroni durante la conferenza stampa di pochi giorni fa. Secondo il giornale leghista, infatti, Meroni avrebbe detto troppi "non so" e "non ne sono a conoscenza". Per la precisione, ben 23. E a questi "appunti" Massimo Meroni replicherebbe prima con un secco "non intendo sparare sulla Croce Rossa", aggiungendo poi: "Mi stupirei se in questo momento la Lega elogiasse la magistratura; meglio evidenziare le cose che non funzionano", come riporta il Corriere della Sera.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: