le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio: Enrico Tironi inattendibile, era altrove

Sembra che la testimonianza di Enrico Tironi, il 19enne vicino di casa di Yara Gambirasio, vacilli nuovamente. Il giovane racconta di aver visto Yara con due uomini ma teoricamente nell'ora della scomparsa della 13enne il ragazzo era a casa di un'amico a giocare ai videogame.

Sembra che la testimonianza di Enrico Tironi, il 19enne vicino di casa di Yara Gambirasio, vacilli nuovamente. All'inizio di questa storia il ragazzo aveva raccontato di aver visto Yara Gambirasio, quel pomeriggio del 26 novembre, in compagnia di due uomini vicino ad un'auto rossa ammaccatta. Una testimonianza importante, perché Tironi sarebbe stato l'ultimo ad aver visto la 13enne prima della sua scomparsa.
Dopo essere stato sentito per la prima volta dagli inquirenti il 28 novembre, però, pare che Tironi ritrattò tutto quello che aveva raccontato in televisione, rischiando anche una denuncia per falsa testimonianza e procurato allarme.
Ma Enrico Tironi da allora è stato sentito per ben altre 4 volte, probabilmente per capire se esiste veridicità in questo racconto.
Gli inquirenti però ora rivelano che il racconto del ragazzo potrebbe essere inattendibile. Yara Gambirasio sembra infatti uscita dal palazzetto dello sport intorno alle 18,42 - 18,44 e verso quell'ora Enrico Tironi era ancora a casa di un'amico a giocare ai videogame.
A rivelare questo particolare i tabulati telefonici che evidenziano come il cellulare di Tironi a quell'ora agganciava la "stazione di telefonia mobile che copre la zona della casa dell'amico, e non quella che copre via Ravasio (abitazione di Tironi) e via Rampinelli (strada di casa di Yara)", come riporta l'Eco di Bergamo.
Gli investigatori, comunque, precisano che non è detto che il racconto di Enrico Tironi non sia stato fatto in buona fede, e per questo motivo è probabile che presto sarà risentito.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: