le notizie che fanno testo, dal 2010

Yara Gambirasio, Alfano: trovato l'assassino. Procuratore: volevamo riserbo

Angelino Alfano, attraverso anche una nota del ministero dell'Interno, afferma che gli inquirenti hanno trovato l'assassino di Yara Gambirasio, non lasciando spazi a dubbi. Il procuratore capo di Bergamo, Francesco Dettori, polemizza però contro l'annuncio di Alfano e ricorda che per ogni indagato, come da Costituzione, vige la presunzione di innocenza.

Il procuratore capo di Bergamo, Francesco Dettori, ricorda che per ogni indagato, come da Costituzione, vige la presunzione di innocenza, e per questo polemizza con Angelino Alfano, che attraverso anche una nota del ministero dell'Interno ha annunciato che era stato "individuato l'assassino di Yara Gambirasio". Alfano infatti non ha lasciato, anche ai media, margini di dubbio sul fatto che fosse stato trovato l'assassino di Yara Gambirasio. Finora però il fermato per l'omicidio di Yara Gambirasio, Massimo Giuseppe Bossetti, avrebbe respinto le accuse e si sarebbe detto "sereno". "Era intenzione della Procura mantenere il massimo riserbo" afferma il procuratore capo di Bergamo, chiarendo che il fermo di Massimo Giuseppe Bossetti "avrà il consueto iter di tutti gli altri". Quindi gli atti dell'inchiesta che vede accusato Massimo Giuseppe Bossetti dell'omicidio di Yara Gambirasio saranno trasmessi entro 48 ore dall'esecuzione del fermo al gip che ne avrà altre 48 per fissare l'udienza e decidere sulla convalida.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: