le notizie che fanno testo, dal 2010

Massimo Giuseppe Bossetti è il "cicciottello" visto da Yara Gambirasio?

Anche se il pm Letizia Ruggeri non esclude di chiedere il giudizio immediato" per Massimo Giuseppe Bossetti, ci sarebbero ancora alcuni indizi da approfondire sul caso. Tra questi, la testimonianza del fratellino di Yara Gambirasio, il quale avrebbe parlato di un uomo con "barbettina e macchina grigia lunga" che avrebbe seguito la sorella prima del rapimento, ma "cicciottello".

Anche se Letizia Ruggeri, il pm titolare delle indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio, non "esclude la possibilità di chiedere il giudizio immediato" per Massimo Giuseppe Bossetti, ci sarebbero ancora degli indizi "da approfondire" in merito al caso. Per gli inquirenti, la prova del DNA non lascerebbe spazio a dubbi sul fatto che Massimo Giuseppe Bossetti sia il figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni, anche se la madre del presunto assassino ribadisce che non è nato da una relazione extraconiugale. Nell’ordinanza di custodia cautelare a carico di Massimo Giuseppe Bossetti, però, la testimonianza del fratellino di Yara Gambirasio potrebbe dare un assist ai difensori dell'indagato e non all'accusa. Il fratellino della 13enne di Brembate di Sopra avrebbe infatti rivelato che, prima del rapimento della sorella, Yara Gambirasio si era confidata, ammettendo di avere "paura di un signore in macchina che andava piano e la guardava male quando lei andava in palestra e tornava a casa percorrendo la via Morlotti". Il fratellino di Yara Gambirasio descrive quindi un uomo che aveva "una barbettina come fosse appena tagliata" che guidava una "macchina grigia lunga". La barbettina e l'auto potrebbero quindi far pensare a Massimo Giuseppe Bossetti, visto che all'uomo è stata sequestrata una Volvo V40 di colore grigio. Ma un particolare della testimonianza stride con l'arresto di Bossetti. Il fratellino di Yara Gambirasio, infatti, parla di una persona "cicciottella". Nell'ordinanza di custodia cautelare si sottolinea quindi: "Su altre parti del racconto del minore vi sono imprecisioni. Ad esempio l’uomo viene descritto come 'cicciottello', aggettivo non corrispondente al fisico attuale dell’indagato". La difesa di Bossetti potrebbe domandare perché, però, viene ritenuta "imprecisa" la testimonianza del fratellino di Yara Gambirasio solo nella parte in cui parla di un uomo "cicciottello".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: