le notizie che fanno testo, dal 2010

Xbox One: quando il video ti "monitora"

Microsoft avrebbe fatto domanda di un brevetto, che potrebbe essere applicato anche alla Xbox One, in grado di offrire agli utenti una visione mirata di contenuti e di pubblicità. Inoltre, Kinect 2 potrebbe avvalersi di misure DRM per impedire a più persone di visualizzare il contenuto tutti insieme in una sola volta.

Grande attesa per la nuova console Xbox One, che dopo la presentazione di pochi giorni fa continua a suscitare interesse per alcune caratteristiche che potrebbe supportare, come per esempio il monitoraggio di chi è di fronte la televisione e il numero dei telespettatori davanti al video. In altre parole, la Xbox One potrebbe avere in futuro il controllo della visualizzazione dei contenuti degli utenti in vari modi, come riporta il sito Digital Spy. Sembra infatti che Microsoft avrebbe fatto domanda per un brevetto, che potrebbe essere applicato anche alla Xbox One, in grado di offrire agli utenti una visione mirata di contenuti e di pubblicità. Inoltre, Kinect 2 potrebbe avvalersi di misure DRM per impedire a più persone di visualizzare il contenuto tutti insieme in una sola volta, se la licenza non lo permette, come da brevetto che sarebbe stato depositato lo scorso anno. Se i sensi di Kinect rileveranno infatti troppe persone nella stanza, con l'applicazione di tale brevetto verrà richiesto agli utenti di aggiornare la licenza. Tale sistema sembra essere pensato probabilmente per il fatto che la pubblicità sarà sempre più specifica e personalizzata. Anche dal punto di vista della psicologia delle masse, un messaggio orientato ad un target singolo o familiare, tutti e due ben conosciuti dal "sistema" che quindi può fornire loro le pubblicità e le informazioni adatte, è infatti diverso rispetto ad un pubblico più ampio, come ad esempio un gruppo di amici che si radunano davanti alla tv per vedere una partita. Microsoft precisa comunque che chiedere e acquisire brevetti è parte della "sua prassi commerciale" e quindi non è detto che questi verranno mai utlizzati, e in questo caso applicati alla Xbox One. Digital Spy sottolinea però che fonti industriali britanniche avrebbero confermato che il sistema DRM potrebbe essere incorporato sulla Xbox One.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: