le notizie che fanno testo, dal 2010

X Factor Davide: in finale il Marco Carta intonato

Arriva in finale Davide Mogavero perfetto da ogni punto di vista per essere l'idolo delle teenagers italiane. In finale con Nathalie e Nevruz potrebbe essere lui il vincitore, ma la partita è ancora aperta, se la mente del pubblico rimane tale.

Davide Mogavero è perfetto. Davide, se esistesse una fabbrica per cantanti pop, sarebbe il prototipo del Terminator per il mercato delle teenagers.
Anche questa puntata di X Factor, con il solito mix di impeccabile presenza scenica (anche un po' "sessualizzata" rispetto alle precedenti apparizioni), di voce graffiata alla Marco Carta "intonato" (senza però quel nonsoché che il cantante sardo porta con sè), di gioventù, di disciplina e di benedizioni di una gran discografica quale è la Maionchi. Conferma di essere il candidato più certo per la vittoria di X Factor.
Canta "Un mondo d'amore" e sembra Gianni Morandi, come ha fatto capire lo stesso cantante di Monghidoro, canta il suo inedito "Il tempo migliore" (stesso titolo di una canzone di Morandi) scritto da Francesco Renga e Chiaravalli ed è un'esplosione del più commerciale britpop macerato nell'FM pronto per essere sorbito dalle teen in vena di poster.
Davide Mogavero è davvero bravo anche a non storpiare (anche se ovviamente non riesce a cantarla in modo convincente) "The right thing" dei Simply Red.
L'unico suo problema, come ricorda Elio, è la sua giovinezza che lo mette in completa balia delle scelte degli "altri" che significa, anche a costo di impopolarità, "non accettare tutto".
Fatto sta che la prossima settimana sarà in finale con Nathalie, la Tori Amos italiana e Nevruz, che è star da una vita anche se gli manca il "pop".
La partita, anche se Davide Terminator ha i favori della critica e del pubblico mainstream, rimane aperta, come speriamo la mente del pubblico.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: