le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks: niente "save haven" in Ecuador per Assange

Asilo politico in Ecuador per il fondatore di WikiLeaks? E' lo stesso presidente dell'Ecuador Rafael Correa a smentire il suo vice Ministro degli Esteri che aveva offerto ad Assange la "residenza".

Il presidente dell'Ecuador Rafael Correa ieri ha smentito la notizia dell'offerta a Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks, di un luogo sicuro, un "save haven" dove rifugiarsi dalla vera e propria caccia all'uomo che sta subendo in questi ultimi giorni. La notizia era stata diffusa anche dalla stessa WikiLeaks per delle dichiarazioni del vice Ministro degli Esteri Kintto Lucas che avrebbe detto che l'Ecuador era pronto a dargli "la residenza", e non "asilo politico" perché non è formalmente un perseguitato. "Non c'è stata alcuna offerta formale al direttore di WikiLeaks", ha detto Correa in una conferenza stampa nella città di Guayaquil e continua: "Questa è stata un'osservazione personale del vice ministro degli Esteri, non ha avuto la mia autorizzazione".

© riproduzione riservata | online: | update: 01/12/2010

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
WikiLeaks: niente "save haven" in Ecuador per Assange
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI